/ CULTURA

CULTURA | 29 agosto 2021, 11:00

LIBRARTE: André Breton e il Surrealismo

A cura di Manuela Moschin del blog www.librarte.eu e del gruppo Facebook Storie di Libri di Pasquale Cavalera https://www.facebook.com/groups/storiedilibriCOM/

LIBRARTE: André Breton e il Surrealismo

Buongiorno cari amici, oggi vi parlo del poeta, saggista e critico d'arte André Breton (Tinchebray, 1896 - Parigi 1966), il quale fu il principale teorico del Surrealismo. Si tratta di un movimento letterario e artistico, che poneva attenzione all'irrazionale, all'inconscio e ai sogni. Nel 1924 Breton, influenzato dagli studi di Sigmund Freud (1856-1939) relativamente alle analisi psicoanalitiche che egli fece sul significato dei sogni, e dal movimento artistico del Dadaismo, pubblicò il Primo Manifesto del Surrealismo, nel quale venne dichiarato il pensiero surrealista:

"Automatismo psichico puro con il quale ci si propone di esprimere, sia verbalmente che in ogni altro modo, il funzionamento reale del pensiero, in assenza di qualsiasi controllo esercitato dalla ragione, al di fuori di ogni preoccupazione estetica o morale".

Partendo dall'idea che l'inconscio si rivela soprattutto tramite il sogno, si è pervenuti alla conclusione che la surrealtà non è altro che una realtà superiore, nella quale lo stato di veglia e quello del sogno si compenetrano. Il Surrealismo venne applicato sia in ambito letterario che artistico e riconosciuto come un processo, che si realizza senza il controllo della ragione, definito da Breton automatismo psichico puro.

Scrisse Breton: "Credo alla fortuna soluzione di quei due stati, in apparenza così contraddittori, che sono il sogno e la realtà, in una specie di realtà assoluta, di surreale, se così si può dire".

Fu tramite la poesia che Breton si avvicinò ai movimenti culturali, creando altresì un connubio tra l'arte e la letteratura. Fra gli artisti che aderirono al movimento surrealista, facendo ricorso al sogno e all'inconscio, ci furono René Magritte, Joan Mirò, Max Ernst e Salvador Dalì, che tra l'altro Breton conobbe nel 1927, instaurando una profonda amicizia.

A cura di Manuela Moschin curatrice della pagina Facebook e Blog www.librarte.eu

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore