/ EVENTI E APPUNTAMENTI

EVENTI E APPUNTAMENTI | 04 agosto 2021, 11:12

Quest'anno la 13esima 'GiocAosta' punta tutto su fortuna e supertizione

Il cuore della manifestazione sarà ancora una volta la ludoteca, con 1.800 giochi in scatola in prestito gratuito

Quest'anno la 13esima 'GiocAosta' punta tutto su fortuna e supertizione

Si dovrà rompere uno specchio, passare sotto una scala, rovesciare il sale. È il "percorso anti-superstizione" che, venerdì 13 agosto, GiocAosta ospiterà nella sua 13esima edizione, con tanto di diploma che sarà rilasciato dal Cicap, il Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sulle pseudoscienze. Il festival del gioco dei grandi torna ad Aosta per la sua edizione numero 13 e gioca claim, promozione e attività sulla (s)fortuna. L'appuntamento è ad Aosta, in piazza Émile Chanoux, dalle 18 di giovedì 12 alle 18 di domenica 15 agosto.

Il cuore sarà ancora una volta la ludoteca, con 1.800 giochi in scatola in prestito gratuito. GiocAosta però è una "manifestazione tentacolare", come la definisce Davide Jaccord, vicepresidente dell'associazione Aosta Iacta Est che organizza la manifestazione. "Grazie alla disponibilità della sovrintendenza ai Beni e alle Attività culturali della Regione di accoglierci negli spazi storici e monumentali, avremo modo di giocare in spazi come il criptoportico del foro, la villa romana della Consolata, l'area fuori Porta Decumana". Lo scorso anno, GiocAosta resistette al Covid-19 proponendo un'edizione diversa, con spazi più ampi, una cura maniacale nelle distanze, nell'igienizzazione dei giochi e con la mascherina obbligatoria.

"Quest'anno partiamo molto carichi proprio grazie all'edizione dello scorso anno- dice Joël Gerbore, presidente di Aosta Iacta Est- Il nostro è un progetto collettivo con una rete estesa ai partner, il cui numero è aumentato proprio perché nel 2020 non ci siamo fermati". Il 13 porta fortuna, e per questo tante attività ruoteranno attorno al motto di questa edizione. Torneranno l'escape room, già esaurita, così come la caccia al tesoro notturna, divisa in due turni. Torneranno i tornei, con la novità di una gara di puzzle. "Giocare dappertutto" porterà il gioco anche lontano dal centro, verso l'area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans o nel sottotetto della cattedrale. La forza di GiocAosta sono i volontari, che anche quest'anno saranno circa 300.

Partner della manifestazione, con un contributo di 11.000 euro a testa su un budget di circa 50.000, sono la Regione, il Comune di Aosta e la Fondazione Crt di Torino. "GiocAosta rappresenta il senso della comunità- dice Samuele Tedesco, assessore comunale alla Cultura- e arrivata a 13 anni è quasi un'adolescente". Cristina De la Pierre, sovrintendente regionale ai Beni e alle Attività culturali, sottolinea come la manifestazione "raccolga un pubblico vasto, raggruppando un po' tutti, dai bambini agli adulti. Stimola il desiderio di restare insieme".

Il 13 porta fortuna, e per questo tante attività ruoteranno attorno al motto di questa edizione. Torneranno l'escape room, già esaurita, così come la caccia al tesoro notturna, divisa in due turni. Torneranno i tornei, con la novità di una gara di puzzle. "Giocare dappertutto" porterà il gioco anche lontano dal centro, verso l'area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans o nel sottotetto della cattedrale. La forza di GiocAosta sono i volontari, che anche quest'anno saranno circa 300.

Partner della manifestazione, con un contributo di 11.000 euro a testa su un budget di circa 50.000, sono la Regione, il Comune di Aosta e la Fondazione Crt di Torino. "GiocAosta rappresenta il senso della comunità- dice Samuele Tedesco, assessore comunale alla Cultura- e arrivata a 13 anni è quasi un'adolescente". Cristina De la Pierre, sovrintendente regionale ai Beni e alle Attività culturali, sottolinea come la manifestazione "raccolga un pubblico vasto, raggruppando un po' tutti, dai bambini agli adulti. Stimola il desiderio di restare insieme".

i.d. - agenzia DIRE

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore