/ CRONACA

CRONACA | 14 gennaio 2021, 14:03

Ipotesi bancarotta Casino, procura Aosta chiede archiviazione fascicolo

Ipotesi bancarotta Casino, procura Aosta chiede archiviazione fascicolo

Il pm aostano Luca Ceccanti ha chiesto al gip l'archiviazione del fascicolo per concorso in bancarotta fraudolenta in relazione al reato di false comunicazioni sociali con cui aveva indagato gli ex amministratori unici della Casinò de la Vallée Giulio Di Matteo, Luca Frigerio e Lorenzo Sommo e gli ex sindaci Fabrizio Brunello, Jean Paul Zanini e Laura Filetti.

La decisione del pm Luca Ceccanti arriva all'esito della perizia - svolta con incidente probatorio disposto dal gip Giuseppe  Colanzingari - sui bilanci della casa da gioco dal 2011 al 2017, affidata nel novembre 2019 ai professori Enrico Laghi (che vanta, tra l'altro, esperienze da commissario di Alitalia ed Ilva), Vittorio Dell'Atti e Michele di Marcantonio.

Alla base della bancarotta ipotizzata dalla procura e 'smontata' dalla perizia contabile ci sarebbe stato un dissesto causato, secondo gli inquirenti, sia dai 3 milioni e 488 mila euro di consulenze attribuite da Di Matteo ("compensi del tutto ingiustificabili alla luce dello stato di grave crisi in cui si trovava la società") sia dal presunto falso in bilancio contestato agli altri indagati per un' esposizione nei bilanci 2012, 2013, 2014 e 2015 di imposte anticipate per, rispettivamente, 7.940.784 euro, 16.565.145 euro, 22.516.743 euro e 23.974.946 euro.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore