/ CRONACA

CRONACA | 21 settembre 2020, 15:37

'Ndrangheta: Processo Altanum, chiesto ergastolo per imputato aostano

'Ndrangheta: Processo Altanum, chiesto ergastolo per imputato aostano

Ergastolo per Giuseppe Facchinieri, 59 anni, per Giuseppe Chemi (59) e per il 44enne aostano Roberto Raffa, tutti accusati di omicidio in concorso e associazione di tipo mafioso. Dieci anni di carcere per Vincenzo Facchinieri e Salvatore Facchineri, che non sono accusati di omicidio. Sono le richieste avanzate oggi dal pm della Dda Gianluca Gelso nell'aula bunker '1' del tribunale di Reggio Calabria nell'ambito del processo 'Altanum' in rito abbreviato scaturito dalle inchieste della Dda sulla guerra tra la 'ndrina Facchineri di Cittanova e il locale di 'ndrangheta di San Giorgio Morgeto, nonchè su di un presunto traffico di stupefacenti sviluppatosi tra la Calabria e la Valle d'Aosta.

Dopo le arringhe delle difese, eventuali repliche e controrepliche la sentenza è attesa per il 30 ottobre; nel dibattimento oggi si è discussa anche la tentata estorsione di Giuseppe Facchineri nei confronti dell'impresario aostano Giuseppe Tropiano, che ha realizzato il parcheggio pluripiano dell'ospedale Parini; secondo i carabinieri da questo delitto è scaturito nel 2011 l'omicidio di Salvatore Raso, cui Tropiano si era rivolto per risolvere la trattativa estorsiva e per il quale è stata chiesta la massima pena: tesi ribadita con forza in aula dall'accusa.

Tre gli imputati valdostani ai quali la Regione, rappresentata in aula lunedì dall'avvocato Riccardo Jans, ha chiesto un risarcimento in solido di 300 mila euro. Sono Vincenzo Raso, Michele Raso e lo stesso Roberto Raffa su cui grava la richiesta di ergastolo. Il gup aveva infatti accolto la tesi secondo cui le azioni commesse in Valle dagli imputati, tra cui la tentata estorsione a Tropiano e i reati di spaccio, hanno danneggiato l'immagine della regione e recato danni al tessuto economico-sociale,

Per tredici dei diciotto imputati - arrestati nel blitz del luglio 2019, considerati affiliati ai sangiorgesi e accusati a vario titolo di associazione di tipo mafioso, estorsione, traffico di droga e omicidio - il gup del tribunale di Reggio Calabria ha invece decretato il rinvio a giudizio. Si tratta di Michele Raso (arrestato ad Aosta), Vincenzo Raso (arrestato ad Aosta), Vincenzo Raffa, Giorgio Raffa, Giuliano Sorbara, Mario Gaetano Agostino, Raffaele Sorbara, Tommaso Fazari, Giuseppe Facchineri, Veronica Fonte, Gianluca Cammareri, Maurizio Napoli e Michele Fonte.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore