/ ECONOMIA

ECONOMIA | 16 settembre 2020, 12:44

Sciopero sanità privata per mancata firma contratto

Nella mattinata di mercoledì 16 settembre, i sindacati della Funzione Pubblica di FP Cgil, Uil Fpl e Cisl FP Valle d’Aosta, così come previsto sull’intero territorio nazionale, hanno organizzato uno sciopero con la mobilitazione della Sanità Privata per il rinnovo del contratto

Delegazione Cisl in sciopero con il segretario generale, Jean Dondeynaz (secondo da sn)

Delegazione Cisl in sciopero con il segretario generale, Jean Dondeynaz (secondo da sn)

Ad Aosta, un punto di informazione e ritrovo è stato predisposto in Piazza Porte Pretoriane a cui hanno preso parte tante lavoratrici e lavoratori. Da parte delle organizzazioni sindacali, come si legge in una nota, "si vuole fare giungere un ringraziamento per i tanti che hanno aderito alla giornata di sciopero, in un momento così particolare e difficile. Nonostante i salari così bassi hanno rinunciato ad una giornata di lavoro con conseguente perdita della retribuzione".

 Il tema dell’agitazione è collegato alla mancata sottoscrizione definitiva da parte delle controparti, ovvero Aiop (Associazione Italiana Ospedalità Privata) e Aris (Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari) del contratto di lavoro, dopo 3 anni di trattative e 14 anni di assenza di rinnovo contrattuale.

Per i sindacati "si tratta di un passo indietro, vile e vergognoso. Quando si era giunti alla sottoscrizione di un testo di contratto collettivo nazionale, condiviso dalle delegazioni trattanti, datoriale e sindacali, smentendo loro stesse, Aris e Aiop hanno rifiutato di sottoscrivere l’accordo, venendo meno agli impegni presi e ponendo i lavoratori in una condizione di incertezza e privazione di riconoscimenti economici. Cgil, Cisl e Uil della Funzione Pubblica saranno sempre al loro fianco in questa battaglia al fine di vedere riconosce i loro diritti economici e normativi e che venga loro riconosciuta la dignità di lavoratori al pari di chi opera nel settore pubblico".

red.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore