/ EVENTI E APPUNTAMENTI

EVENTI E APPUNTAMENTI | 30 luglio 2020, 13:33

Guido Diemoz, l’artigiano diventato artista nella scultura del legno

Il prossimo appuntamento a Valpelline, per gli incontri organizzati dagli Amici dell’Abbé Henry, rappresenta il “clou” del mini-ciclo con la partecipazione della professoressa Marta Cartabia, Presidente della Corte Costituzionale

L'incontro con Guido Diemoz

L'incontro con Guido Diemoz

“Conoscere Guido Diémoz è un po’ come incontrare un autorevole cantastorie contemporaneo che interpreta il suo paese, le tradizioni, la storia e la gente, con i mezzi artistici che gli sono più congeniali, in questo caso la scultura”. Così scrive Anna Cavallera nell’opuscolo “la scultura della memoria” dedicato proprio a Guido Diémoz, l’artigiano diventato artista di Doues che martedì sera si è raccontato davanti alla sala piena di Valpelline nel quarto incontro del ciclo “La valigia dei ricordi”.

Ad intervistare Dièmoz: Serenella Venturini. Ad accompagnare la presentazione: Enrichetta Jorrioz con i ricordi e le storie d’antan. A leggere alcuni commenti sul personaggio Diémoz: Umberto Bruscovic. Ancora un successo per gli Amici dell’Abbé Henry.

"Partiti in sordina adesso rischiamo, ogni volta, di dover lasciare fuori degli ospiti – dice Edi Busana, Presidente dell’Associazione – e pur rammaricandoci di non poter fare diversamente per via delle disposizioni sul distanziamento sociale, prendiamo atto che c’è spazio per realizzare iniziative culturali un po’ atipiche".

Il prossimo appuntamento rappresenta il “clou” del  mini-ciclo con la partecipazione della professoressa Marta Cartabia, Presidente della Corte Costituzionale. Pur preannunciandosi come evento sold-out, gli organizzatori hanno scelto di mantenere lo stesso luogo e la stessa ora degli altri eventi.

"Per noi è una forma di rispetto per chi ci ha sempre seguito. Non saranno attivate prenotazioni. Il pubblico sarà il benvenuto fino ad esaurimento posti. Agli altri facciamo anticipate scuse, ma credo si possa capire. Già abbiamo fatto i miracoli per partire con questo programma".

Per tornare alla serata con Guido Diemoz c’è da aggiungere che è stata anche l’occasione per presentare la sua mostra personale nei locali del Salone dell’Alpinismo che resterà aperta fino all’11 agosto.

eb.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore