/ CRONACA

CRONACA | 25 maggio 2020, 12:50

Processo Altanum, Regione Vda ammessa come parte civile

PRUDENZA IL CORONAVIRUS E' IN AGGUATO -

Il tribunale di Reggio Calabria

Il tribunale di Reggio Calabria

Il gup del tribunale di Reggio Calabria Filippo Aragona ha ammesso la Regione Valle d’Aosta quale parte civile nell'udienza preliminare per l’inchiesta di ‘ndrangheta Altanum, iniziata questa mattina e tuttora in corso al Palazzo di Giustizia reggino. L’indagine della Dda e dei carabinieri calabresi e aostani coinvolge 18 imputati, tredici dei quali arrestati nel blitz dello scorso luglio; tutti sono accusati a vario titolo di associazione di tipo mafioso, estorsione, traffico di sostanze stupefacenti e omicidio.

Tra gli imputati vi sono anche tre residenti in Valle -  Roberto Raffa, Michele Raso e Vincenzo Raso - e alcuni dei reati contestati sono stati commessi anche nella nostra regione, tra i quali le tentate estorsioni agli impresari Giuseppe Tropiano e Luigi Monteleone. Il gup ha dunque accolto la tesi secondo cui le azioni degli imputati hanno danneggiato l'immagine della Valle e recato danni al tessuto economico-sociale, tesi proposta dalla difesa della Regione e affidata all’Avvocatura regionale diretta da Riccardo Jans, che aveva depositato l’istanza di parte civile nell'udienza dello scorso 5 marzo

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore