/ SANITÀ, SALUTE E STARE BENE

SANITÀ, SALUTE E STARE BENE | 17 aprile 2020, 17:56

Ancora un altro decesso anche se aumentano i guariti (AGGIORNAMENTI)

RESTIAMO A CASA - Baccega, no aperture non c'è fase discendete. Refuge Père Laurent,seguito indicazioni autorità. Coronavirus in Italia, 172.434 casi positivi e 22.745 morti. Il bollettino del 17 aprile

Ancora un altro decesso anche se aumentano i guariti (AGGIORNAMENTI)

Ancora un altro morto in Valle d'Aosta per il coronavirus Covid-19. Il conto totale sale a 122. E' quanto riportato nel bollettino dell'Unità di crisi in cui si evidenzia anche un'ulteriore crescita dei guariti, che da 204 sono saliti a 228. Le vittime sono 65 uomini e 57 donne tra i 45 e i 100 anni (età media 82 anni).

Valle d'Aosta consolida primato percentuale contagi 

I casi positivi sono 993 (643 quelli attuali), tra cui 117 ricoverati in ospedale (nove in Rianimazione) mentre gli altri 526 contagiati sono in isolamento domiciliare. Infine sono 3.276 le persone per le quali i sindaci hanno predisposto un'ordinanza per "isolamento domiciliare precauzionale", sotto sorveglianza medica.

Baccega, no aperture non c'è fase discendete 'Aspettare fino a maggio per capire evoluzione epidemiologica'

"La fase di discesa epidemica in Valle d'Aosta non è ancora iniziata, viviamo ancora con difficoltà l'ipotesi di apertura delle realtà produttive non previste dal Dpcm, che rischierebbe di mettere in difficoltà il servizio sanitario regionale, già stressato, con il rischio di compromettere le azioni fatte finora". Lo ha detto in Consiglio regionale l'assessore alla sanità Mauro Baccega, intervenendo nel dibattito. "Personalmente - ha aggiunto - ritengo che sarebbe opportuno arrivare almeno fino a maggio per capire meglio l'evoluzione epidemiologica, certo comunque bisogna iniziare a prevedere come consentire alle persone di tornare a una pseudo-normalità, che comunque non sarà più come prima". Secondo quanto riferito dall'assessore "i componenti dell'unità di crisi concordano che non è opportuno allentare le restrizioni previste fino al 3 maggio, visto che si è raggiunto soltanto il plateau e non è iniziata la fase discendente".

Refuge Père Laurent, seguito indicazioni autorità "Operato sempre in collaborazione con Usl"

"La nostra struttura, socio assistenziale, ha sempre operato in collaborazione col personale medico dell'Usl e, fin dall'inizio dell'epidemia, si è attenuta alle prescrizioni e indicazioni via via fornite dalle Autorità competenti, adottando le misure di prevenzione e protezione indicate, impiegando ogni risorsa disponibile e utilizzando tutti gli strumenti reperibili sul mercato e forniti dalla Protezione civile". Lo scrive, in una nota, il direttore del refuge Père Laurent di Aosta, Elio Vittaz, in merito alle criticità emerse all'interno della casa di riposo a causa dell'emergenza coronavirus. "Il costante impegno di tutti noi nel fronteggiare questa eccezionale epidemia - aggiunge - richiede la massima concentrazione per assistere e curare le persone anziane ospitate e garantire la sicurezza degli operatori. Questo impegno non potrà che essere favorito da un clima di fiducia e collaborazione. Una volta superato questo difficile momento, ci sarà tempo per valutare con serenità e ponderazione i comportamenti di ognuno ed eventuali responsabilità".

Coronavirus in Italia, 172.434 casi positivi e 22.745 morti. Il bollettino del 17 aprile

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 172.434, al momento sono 106.962 le persone che risultano positive al virus.

Le persone guarite sono 42.727.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 25.786, in terapia intensiva 2.812, mentre 78.364 si trovano in isolamento domiciliare.

I deceduti sono 22.745, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore