/ CRONACA

CRONACA | 09 dicembre 2019, 10:49

François Cazzanelli testa le nuove piccozze firmate Grivel

Venerdì 13 e sabato 14 dicembre, François Cazzanelli e Emrik Favre, saranno i primi atleti a testare in anteprima, insieme a 8 fortunati climbers, le nuovissime Grivel Dark Machines

François Cazzanelli testa le nuove piccozze firmate Grivel

Il test si svolgerà in occasione del Cogne Ice Opening 2019 e coinvolgerà 8 alpinisti selezionati tra gli iscritti alle clinics della più importante manifestazione italiana dedicata al ghiaccio. Cazzanelli e Favre, entrambi atleti Grivel, sono reduci dalla spedizione in Nepal che li ha visti protagonisti e sulla vetta del Manaslu, l’ottava montagna più alta del mondo con i suoi 8.163 metri.

Per Favre, questo è il suo primo ottomila in stile alpino senza ausilio di ossigeno aggiuntivo, dopo numerose spedizioni internazionali dal 2010 ad oggi. Per François Cazzanelli, classe ’90, il Manaslu è un obbiettivo centrato non solo per il raggiungimento della vetta in stile alpino, ma per aver firmato il record di velocità con il suo stile classico e leggero: da campo base, vetta e ritorno al campo base ha registrato il tempo di 17 ore e 43 minuti; percorrendo 44 km, 3280 mt di dislivello in salita e discesa e portando con sé tutto il mio materiale.

Cazzanelli in questa occasione ha migliorato di ben 3 ore e 31 minuti il record di Andrzej Leszek Bargiel, l’alpinista polacco che, nel 2014, partito dal campo base raggiunse la vetta e fece ritorno in 21 ore e 14 minuti. Questo è solo uno degli ultimi successi inanellati dalla Guida Alpina di Cervinia.

Figlio d’arte: il cognome della famiglia del padre, Cazzanelli, e quello della famiglia della madre, Maquignaz, sono legati indissolubilmente da più di un secolo al mestiere di Guida Alpina e all’Alpinismo da ben cinque generazioni. Nel gennaio del 2019 ha scalato e raggiunto la vetta del Monte Vinson in Antartide; a maggio ha raggiunto per ben due volte la vetta del Denali, in Alaska, da due vie differenti, la “West Rib” e la “Cassin” firmando la terza ripetizione italiana dal ’61; e in autunno la vetta del Manaslu (8.163 m).

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore