/ Aosta Capitale

Aosta Capitale | 26 luglio 2019, 09:00

Aosta: Confcommercio chiede un tavolo di concertazione per rifacimento Piazza San Francesco

Dominidiato 'La buona amministrazione dovrebbe operare scelte concordate con i soggetti interessati che quantomeno potrebbero essere consultati preventivamente'

Aosta: Confcommercio chiede un tavolo di concertazione per rifacimento Piazza San Francesco

Rendere bella una città, un paese, un villaggio o rendere accogliente un territorio è compito di una buona, sana e responsabile amministrazione, che deve però operare in sinergia con le varie categorie attive sul territorio.

In estrema sintesi è l'opinione espressa da Graziano Dominidiato, presidente di Confcommercio VdA nell’apprendere della chiusura di Piazza San Francesco che, con spirito costruttivo e partecipativo della più importante associazione dei commercianti  propone alla Giunta municipale di Aosta “l’istituzione di un Tavolo Tecnico per valutare congiuntamente le migliori soluzioni possibili per rendere più bella e vivibile la Città tenendo però presenti gli aspetti turistici, commerciali e sociali”.

Per Confcommercio infatti, la chiusura alle auto di piazza San Francesco ad Aosta, ipotizzata dal sindaco, rappresenterebbe un nuovo duro colpo alle attività commerciali del centro di Aosta, che perde altri 50 posti auto. “Vogliamo discutere con la Giunta possibili altre soluzioni per evitare che gli aostani e i residenti siano esclusi dallo shopping e dalla passeggiata in centro, ai quali parteciperanno solo i turisti 'scaricati' dai pullman a est e a ovest della città”.

Precisa ancora Dominidiato: “La scelta di chiudere anche San Francesco senza soluzioni alternative, impedisce ad anziani e a persone che ne hanno necessità di accedere per brevi commissioni nel centro città, ma soprattutto – sottolinea il Presidente di Confcommercio VdA – per evitare che una piazza svuotata al servizio di pochi rimanga una piazza spoglia così come sta succedendo per piazza Arco d'Augusto”. Infatti, prima di liberare le piazze dalle auto sarebbe opportuno studiare le soluzioni e Confcommercio VdA ha alcune possibili soluzioni che vorrebbe condividere in un Tavolo tecnico.

"Pensiamo a creare una città a misura di cittadino e di consumatore - conclude Dominidiato - operando per elevare la qualità della vita che non necessariamente vuole dire togliere ovunque le auto se non si sono create prima le condizioni per consentire a chiunque di accedere al centro storico".

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore