CRONACA | martedì 20 agosto 2019 23:27

CRONACA | 06 aprile 2019, 07:26

In centinaia per accompagnare l'ultimo volo di Corrado Herin

Corrado Herin

Corrado Herin

Una folla commossa ha accolto l'invito del parroco di Fenis, don Giuliano Albertinelli, e ieri pomeriggio ha accompagnato in preghiera l'ultimo viaggio di Corrado Herin, il 52enne Vigile del fuoco e campione del Mondo di downhill, morto domenica scorso dopo essere precipitato con il suo aereo ultraleggero a Chantorné di Torgnon.

A dimostrazione di quanto fosse benvoluto e stimato dalle comunità di Fenis, di Torgnon (dove viveva da anni con la propria famiglia) come da tanti altri valdostani, centinaia di persone hanno salutato, nella chiesa di Fenis stracolma e sul sagrato, la bara portata a spalla dai Vigili del fuoco e seguita dagli anziani genitori; dalla compagna, Roberta Gyppaz e dali figli Ester di 15 anni e Erik di 11. 

Corrado Herin è morto poco dopo le 15,30 di domenica 31 marzo in un bosco nei pressi dell'ovovia di Torgnon, dopo lo schianto a terra del suo Piper. Miracolosamente salvo Devis Blanchet, l'amico che era con lui sull'ultraleggero, oggi ricoverato all'ospedale 'Parini' in Ortopedia per politrauma con una prognosi di 30 giorni. Quanto alle cause dell’incidente, sulle quali sono in corso gli accertamenti dei carabinieri e dell'Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo, la procura di Aosta propende maggiormente per un errore umano piuttosto che un guasto del velivolo.

 

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore