/ Informazioni pratiche

Informazioni pratiche | 06 marzo 2024, 09:00

Cura dei capillari

Sono tante le opzioni che ha un dermatologo quando deve curare dei capillari

Cura dei capillari

La prima cosa da dire quando parliamo della cura dei capillari e che abbiamo a che fare con il ruolo del dermatologo e cioè un medico specializzato nella diagnosi, ancora prima nella prevenzione e quando serve nei trattamenti che riguardano le varie malattie della pelle o delle mucose o delle unghie e quindi è una figura professionale importante anche in ambito di dermatologia estetica e quando si parla di cura dei capillari e si parla di quello.

Quando si parla di capillari si parla anche di quello che viene chiamato vene ragno e cioè piccoli vasi sanguigni dilatati che noi possiamo osservare sotto la superficie della pelle e spesso possono comparire sul viso o sulle gambe e possono essere causate da vari fattori a partire da un aumento di peso, da una gravidanza o una predisposizione genetica o anche l'invecchiamento

Quindi è chiaro che, quando noi iniziamo ad osservare nel nostro corpo ed esteticamente non sono il massimo da vedere prima di tutto dovremo andare dal nostro medico di famiglia che sicuramente dopo averle osservate e dopo averci dato la sua opinione importante, ci rimanderà ad un consulto da un dermatologo e se per caso non ne abbiamo uno di fiducia sarà lui a darci delle indicazioni in merito.

I medici di famiglia in genere hanno i loro referenti in qualsiasi branca della medicina e giustamente utilizzano le loro conoscenze per aiutare i loro e le loro pazienti quando ne hanno bisogno.

Per quanto riguarda le cure più comuni collegate ai capillari possiamo pensare in primis al laser che può essere molto efficace per il trattamento degli stessi, visto che emettono luce intensa che riesce ad essere assorbita dal sangue del capillare che verrà distrutto e dopo essere stato riscaldato.

Parliamo di un procedimento e di un trattamento che viene consigliato dai dermatologi solo quando si ha a che vedere con capillari di dimensioni più piccole e soprattutto per i capillari che possiamo ritrovare nel viso.

Oppure potremmo parlare anche della luce pulsata intensa e c’è una luce a banda larga che serve a colpire il pigmento rosso del capillare ed è molto efficace in questo caso sia sul vetro che sulle gambe.

Sono tante le opzioni che ha un dermatologo quando deve curare dei capillari

Un dermatologo dovrà fare una sua valutazione sull'estensione dei capillari e potrebbe proporre per esempio un trattamento di sclero terapia che prevede l'iniezione di una soluzione sclerosante direttamente nel capillare con l’obiettivo di provocare una reazione chimica che fa collassare il vaso sanguigno che poi verrà riassorbito dal corpo nelle settimane successive.

Così come potrebbe prendere in considerazione anche la terapia vascolare che utilizza questi laser per mirare ai capillari dilatati grazie ad una luce a lunghezza d'onda specifica che viene assorbita dal pigmento del sangue ed è utile per i capillari di dimensioni più grandi o che si trovano  in quelle aree più complesse da trattare.

A prescindere dal trattamento l’importante sarà seguire i consigli del dermatologo per mantenere dei risultati a lungo termine. 

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore