/ CRONACA

CRONACA | 10 febbraio 2024, 17:16

Operazione di soccorso alpino: professionalità e coordinamento in valle d'Aosta

Recuperato di un gruppo di sciatori freerider svedesi bloccati su un salto di roccia - galleria fotografica

Foto Cus VdA

Foto Cus VdA

In un'operazione che richiedeva un mix di competenze alpinistiche, professionalità e coordinamento senza precedenti, i soccorritori del Soccorso Alpino Valdostano (SAV) e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (SAGF) hanno dimostrato la loro straordinaria abilità nel recuperare un gruppo di sciatori freerider svedesi bloccati su un pericoloso salto di roccia nei canali della Visaille, nella Val Veny, Courmayeur.

Nonostante le avverse condizioni meteorologiche che rendevano impossibile l'intervento in elicottero, i soccorritori non hanno esitato a procedere via terra. Quattro sciatori, fortunatamente illesi, sono stati raggiunti con una discesa in corda doppia e successivamente imbragati e calati lungo il canale, mostrando una padronanza incredibile delle tecniche alpinistiche e di soccorso.

Tuttavia, la situazione è stata resa ancor più complessa dalla caduta di uno degli sciatori lungo il canale. In un'impeccabile dimostrazione di prontezza e professionalità, i tecnici del SAV e il personale SAGF hanno utilizzato tecniche alpinistiche avanzate per raggiungerlo, barellarlo e calarlo con abilità e sicurezza a quota inferiore, dove è stato possibile trasportarlo con un mezzo battipista per poi essere condotto in Pronto Soccorso per le necessarie cure diagnostiche.

Questo intervento, iniziato con la chiamata alla Centrale Unica di Soccorso (CUS) alle 12.40 circa, è stato condotto in perfetta sinergia tra SAV e SAGF, con la preziosa collaborazione dei Pisteurs secouristes di Courmayeur e della Polizia di Stato. La coordinazione impeccabile e l'unità d'azione dimostrate in questa missione hanno evidenziato la straordinaria professionalità e dedizione dei soccorritori alpini, che hanno lavorato con determinazione e spirito di squadra per garantire il successo dell'operazione e la sicurezza dei soccorso.

 


pi/cus

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore