/ CRONACA

CRONACA | 16 novembre 2023, 11:31

Da ieri in tutta la Valle obbligo pneumatici invernali o catene a bordo; finita la tolleranza

Ottusità e pressapochismo della politica che demagogicamente parla di mutamenti climatici ma non riesce ad adeguare le norme del codice dello strada

I cartelli per l'obbligo nel resto d'Italia. In Valle  invece l'obbligo decorre da oggi. Un discrepanza che può penalizzare chi arriva da fuori Valle, ma anche i valdostani che vanno in altre regioni dove è ancora vietato l'uso di pneumatici invernali.

I cartelli per l'obbligo nel resto d'Italia. In Valle invece l'obbligo decorre da oggi. Un discrepanza che può penalizzare chi arriva da fuori Valle, ma anche i valdostani che vanno in altre regioni dove è ancora vietato l'uso di pneumatici invernali.

Temperature oltre i 5 gradi a 2000 metri, di neve neanche l'ombra ma il codice stradale prevede chi in Valle da oggi c'è l'obbliogo di pneumatici invernali montati o catene antineve a bordo. Una vera assurdità anche perché nel resto dell'Italia l'obbligo parte dal 15 novembre.

Già, ma la Valle è autonoma e allora è concessa una tolleranza di un mese. Il primo obbligo era entrato in vigore il 15 ottobre con telleranza fino il 15 novembre. Il 15 novembre 2023 è partito l'obbligo per gli italiani di montare le gomme invernali, rispettando la legge che per 5 mesi - l'ordinanza terminerà il 15 aprile 2024 - impone agli automobilisti che circolano su alcune strade e autostrade dello Stivale ad avere dotazioni invernali.

Proprio in questo giorno scatta l’obbligo del cambio gomme invernali che costringe all’abbandono delle gomme estive ormai non più adatte ad affrontare tratti stradali condizionati da scarsi livelli di aderenza a causa delle condizioni meteo rigide che non non ci sono. Quando si parla di gomme invernali i intende quella tipologia di pneumatici caratterizzati da un disegno del battistrada specifico, con solchi più profondi, utile ad estrarre un maggior quantitativo d’acqua in caso di pioggia.

Gli pneumatici invernali sono dotati anche di mescole più morbide rispetto alle gomme estive in grado di assicurare una migliore aderenza anche in caso di temperature dell’asfalto molto fredde. Per verificare di avere adottato sulla propria vettura gomme invernali sarà sufficiente leggere la dicitura riportata sulla spalla dello pneumatico.

Le gomme da neve si riconoscono dalla sigla M+S, acronimo di Mud+Snow, che indica la possibilità per gli pneumatici invernali di affrontare sia terreni fangosi che innevati.

In alcuni casi è presente anche il simbolo del fiocco di neve riservato, però, solo agli pneumatici che hanno superato specifici test invernali. Montare le gomme invernali sulla propria auto comporta anche il rispetto di determinati limiti di velocità riportati proprio sulla spalla degli pneumatici. Qui, infatti, sono presenti delle lettere dell’alfabeto  che indicano a quale velocità massima è possibile circolare con quel particolare tipo di gomme da neve.

Il nostro Codice della Strada, all’articolo 6, disciplina il cambio gomme invernali sia sulle vetture che sui mezzi pesanti, ma sono poi gli enti gestori delle singole tratte stradali a stabilire se questo obbligo debba essere applicato o meno. Sarà quindi fondamentale, prima di mettersi in viaggio, verificare che sulla tratta stradale che si dovrà percorrere sia obbligatoria l’adozione delle gomme invernali.

Le sanzioni

In caso si venga fermati da una pattuglia e non si sia rispettato l’obbligo di gomme invernali si possono rischiare multe salate. La sanzione minima nei centri abitati va da 41 a 169 euro, mentre sulle autostrade e strade extraurbane, principali o assimilate, la sanzione va da un minimo di 85 ad un massimo di 338 euro. Oltre alla sanzione pecuniaria è prevista anche la decurtazione di tre punti sulla patente di guida.    

redix

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore