/ CISL VdA

CISL VdA | 14 ottobre 2022, 17:46

DOCUMENTO DEL DIRETTIVO CISL SCUOLA VDA

La Cisl scuola della Valle d’Aosta, riunita in Consiglio Generale presso la sede della Cisl in località Crox-Noire di Saint-Christophe in data 13 ottobre 2022

DOCUMENTO DEL DIRETTIVO CISL SCUOLA VDA

dpo aver esaminato la situazione politico-sindacale e dopo aver dibattuto sulle questioni urgenti che sta vivendo la categoria della scuola in questa prima fase di anno scolastico, esprime quanto segue: - Auspica che il nuovo Governo nazionale che sta per insediarsi negozi rapidamente con le OO.SS. il rinnovo del CCNL scuola e gli arretrati spettanti alla categoria. La trattativa per il rinnovo del CCNL prosegue, infatti, ormai da mesi e ha visto realizzarsi due incontri nel mese di settembre tra Aran e sindacati.

Ora è necessario pervenire nel più breve tempo possibile ad una sua positiva conclusione, con stanziamenti economici adeguati, anche in considerazione delle forti ricadute che la netta ripresa delle dinamiche inflattive ha sul potere d’acquisto delle retribuzioni.

Sul tema delle carriere del personale docente, oggetto del D.L. 36/2022 e del successivo D.L. 115/2022, preso atto che in sede di conversione del DL 36 sono state accolte solo in minima parte le richieste di modifica avanzate dalla Cisl scuola, invita a ricondurre pienamente la materia alla disciplina negoziale senza invasioni di campo e prevaricazioni. A tal fine, vanno richiamati alla coerenza dei fatti tutti i partiti che in sede di confronto con i sindacati hanno dichiarato di condividerne le riserve e le critiche espresse su tali provvedimenti

Il Consiglio Generale è fortemente convinto che l’utilizzo delle ingenti risorse del PNRR, finalizzate tra l’altro al rilancio del sistema di istruzione e formazione nel suo complesso, vada sostenuto da efficaci politiche di investimento rivolte alla lotta alla dispersione scolastica, alla riduzione dei divari territoriali, allo sviluppo delle competenze digitali ed all’implementazione delle competenze metalinguistiche e tecnico-scientifiche.

In tale prospettiva il Consiglio ritiene che vadano garantiti il più ampio confronto e la massima trasparenza nell’utilizzo delle risorse assegnate alla Missione 4 del PNRR.

Il

Alessia Démé segretaria Cisl Scuola VdA

Consiglio Generale, analizzando la situazione valdostana per l’avvio dell’anno scolastico, richiama le forti criticità nel reperire specializzati per il sostegno e per alcune discipline Stem in particolare. Denuncia che permane ancora una percentuale troppo elevata di personale precario, e tale situazione deriva evidentemente da scelte sbagliate in tema di reclutamento.Auspica che il nuovo Governo dia avvio ad una radicale revisione del sistema di reclutamento per il personale della scuola, in modo che la carriera scolastica non diventi un percorso ad ostacoli senza fine.

Il Consiglio generale prende atto con amarezza che la carenza di personale ausiliario nelle scuole (quest’anno non è stato assegnato l’organico aggiuntivo Covid) mina fortemente il sereno svolgimento dell’attività didattica e pone criticità legate alla sicurezza. La figura dei collaboratori scolastici è importantissima all’interno delle nostre istituzioni scolastiche e come Cisl scuola non ci stancheremo di ribadirlo.

La Cisl scuola VDA prende atto con soddisfazione che nel Documento Economico Finanziario Regionale (DEFR) per il triennio 2023-2025, approvato dalla Giunta regionale e che sarà sottoposto all’esame del Consiglio regionale, l’obiettivo per il settore scuola è di rivedere il piano di dimensionamento della rete scolastica, nonché il rapporto docente/allievi per ridurre il numero di bambini/ragazzi per classe. Tale riorganizzazione coinvolgerebbe, in particolare, la scuola dell’infanzia e del primo ciclo e verrebbe attuata, in primis, per arginare la dispersione scolastica ed il calo di popolazione scolastica dovuto alla denatalità.

La richiesta di rivisitare i parametri per il calcolo degli organici è stata reiterata negli anni dal sindacato scuola e l’accoglimento di tale proposta è accolta ovviamente con soddisfazione da parte di Cisl scuola.

Il Consiglio Generale auspica che nell’anno solare 2023 si giunga alla pubblicazione del bando per il concorso da dirigenti scolastici, tenuto conto del fatto che anche in Valle d’Aosta molte istituzioni sono in reggenza e che la categoria dei dirigenti scolastici e, di conseguenza, l’intero sistema scuola, è in affanno.

Ritiene urgente che il nuovo governo nazionale si attivi per garantire l’avvio del concorso straordinario abilitante rimasto nel limbo dal 2020 (dopo che gli aspiranti si sono già iscritti in tale anno al concorso) e renda possibile ai docenti delle scuole paritarie partecipare ad un concorso dopo il quale possano ottenere l’agognata ed indispensabile abilitazione.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore