/ ECONOMIA

ECONOMIA | 20 giugno 2022, 13:00

Convenzione tra Regione e Direzione Inps per spese CIG in deroga

Per un valore di euro 4 milioni e 220mila euro, l’iniziativa si colloca tra quelle individuate dall’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro nell’ambito del Quadro di riferimento per gli interventi FSE da attuare in risposta al Covid-19

Da sn: il Direttore Regionale dell’Inps Vittorio Feliciani, l'assessore Luciano Caveri ed il vice presidente della Regione Luigi Betschy

Da sn: il Direttore Regionale dell’Inps Vittorio Feliciani, l'assessore Luciano Caveri ed il vice presidente della Regione Luigi Betschy

E' stata sottoscritta la convenzione tra Regione e  Direzione regionale dell’Inps Valle d’Aosta riguardo la rendicontazione delle spese già sostenute connesse alla Cassa Integrazione in deroga attivata in risposta all’emergenza COVID-19.

L’intervento rientra nella più ampia riprogrammazione dei Programmi Operativi dei Fondi strutturali europei 2014/2020 funzionale ad affrontare la crisi sanitaria, economica e sociale legata all’emergenza da COVID-19.

L’accordo permetterà alla Regione di accedere ai dati necessari all’imputazione, sul PO FSE 2014/20 della Valle d’Aosta, del finanziamento delle spese sostenute da INPS per i trattamenti di cassa integrazione guadagni in deroga (CIGD) riconosciuti straordinariamente, dallo Stato, al fine di contribuire al contrasto dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Per un valore di euro 4 milioni e 220mila euro, l’iniziativa si colloca tra quelle individuate dall’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (ANPAL) nell’ambito del Quadro di riferimento per gli interventi FSE da attuare in risposta al Covid-19 quale tipologia di strumento volto a contrastare la disoccupazione temporanea determinata dalla riduzione e dalla sospensione del rapporto di lavoro nel periodo emergenziale.

“Un risultato positivo. - afferma L’Assessore all'Istruzione, Università, Politiche giovanili, Affari europei e Partecipate Luciano Caveri - L’uso dei fondi euro-unitari si dimostra fra le fonti finanziarie più rilevanti attivate anche in funzione anticrisi, come risposta alle esigenze di intervento per far fronte alle difficoltà economiche, occupazionali e sociali del territorio”.

Grande soddisfazione è stata espressa anche da parte dell’Assessore allo Sviluppo economico, Formazione e lavoro Luigi Bertschy“È positivo che le buone decisioni politiche e amministrative assunte nel 2020, nella prima fase della pandemia, permettano oggi di reinvestire queste risorse per dare continuità alle azioni di formazione della popolazione e alle iniziative per lo sviluppo economico del nostro territorio”.

Anche il Direttore Regionale dell’Inps Vittorio Feliciani esprime la propria soddisfazione per un’operazione che si contraddistingue per la fattiva collaborazione fra enti e una condivisione delle risorse e delle banche dati di non sempre facile attuazione.

red.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore