/ CULTURA

CULTURA | 14 maggio 2022, 12:00

Il "Rosa Tour Nazionale" di Igor Nogarotto fa tappa ad Aosta

Appuntamento per domani 15 maggio presso la libreria Briviodue di Piazza Chanoux

Il "Rosa Tour Nazionale" di Igor Nogarotto fa tappa ad Aosta

Domani, domenica 15 maggio, alle ore 17, presso la Libreria Briviodue in Piazza Chanoux 28/b, appuntamento con il “Rosa Tour Nazionale” dello scrittore Igor Nogarotto, autore del romanzo rivelazione “Rosa stacca la spina” che verrà presentato proprio in questa occasione.

L'autore Igor Nogarotto è stato recentemente ospite della trasmissione di Pino Strabioli "Il caffè di Rai Uno" e a pochi giorni dall'uscita il suo romanzo è entrato nella TOP100 di Amazon al 13° delle novità Narrativa.

È emozionante tornare nella mia amata Valle” racconta Igor, che ora vive a Roma, ma che fin dall’infanzia è un assiduo frequentatore delle montagne valdostane, dove in collaborazione con l’agenzia di Aosta PMPROMOTION ha anche girato il videoclip musicale “Sarà Sara” che vede protagonisti Ficarra e Picone.

A condurre l’evento, con letture e interpretando alcune canzoni a tema con il libro, Annalisa Baldi, finalista di XFactor.

Media Partner del tour è Zetatielle Magazine, organizzatore dell'iniziativa "Scusate il disturbo" in cui rientra l'evento e che partecipa al prestigioso concorso annuale "Contemporaneamente" indetto da #ilmaggiodeilibri.

È il secondo libro dell’autore dopo il successo del romanzo d'esordio "Volevo uccidere Gianni Morandi" che divenne un caso mediatico: Igor, a causa del titolo, ricevette minacce di morte.

Il “Rosa Tour Nazionale - Annusando le parole” inizia il 14 maggio a Casale Monferrato (AL) per poi concludersi il 24 maggio a Piombino (LI) e omaggia anche la “Giornata Mondiale Disturbi Alimentari” che si svolge il 2 giugno, tematica trattata nel romanzo attraverso la protagonista Rosa e di cui Igor Nogarotto è autore della canzone simbolo contro la bulimia “Eleonora sei normale”, trasmessa anche da Striscia la notizia, brano che verrà interpretato da Igor a Annalisa nella presentazione.

Come ci spiega Igor Nogarotto: “I due protagonisti a distanza di molti anni dalla fine della loro relazione si ritrovano in una clinica. Rosa è gravemente malata. Insieme ripercorrono i ricordi della coppia, in una tessitura che gioca con il flashback, tra ironia e pianti, tra commozione e goliardia. Nel romanzo, come si evince dal titolo, si accarezzano anche le delicate tematiche del suicidio assistito e dell’eutanasia”.

red

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore