/ CISL VdA

CISL VdA | 29 marzo 2022, 21:47

Sbarra al Congresso della Cisl Valle d’Aosta: “La crescita è la condizione che assicura stabilità, coesione sociale, ripresa delle attività economiche”

Bisogna investire di più ed impegnare soprattutto i giovani a restare in questi territori investendo sulle politiche attive, formazione, crescita delle competenze ricercando nuove e solide opportunità di lavoro

Sbarra al Congresso della Cisl Valle d’Aosta: “La crescita è la condizione che assicura stabilità, coesione sociale, ripresa delle attività economiche”

“Bisogna fare uno sforzo forte per rilanciare gli investimenti pubblici e privati. Dobbiamo puntare più decisamente sulla crescita che è la condizione che assicura stabilità, coesione sociale, ripresa delle attività economiche, difesa del lavoro”. Lo ha detto oggi il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, a Saint Vincent a margine del congresso della Cisl Valle D’Aosta.

“Abbiamo questa straordinaria opportunità di utilizzare le ingenti risorse che arriveranno dalla UE e che ora dobbiamo saper investire sui temi dell’innovazione, della digitalizzazione, della rivoluzione verde, della sostenibilità ambientale, dell’inclusione sociale. Istituzioni nazionali e locali attivino un confronto permanente e strutturale per una ‘governance’ partecipata delle risorse da impegnare e utilizzare sino all’ultimo centesimo nella prospettiva di aiutare il paese a risollevarsi dalle macerie dell’emergenza sanitaria, della crisi economica e dagli effetti pesanti del conflitto in Ucraina.

È necessario cambiare il modello di crescita e di sviluppo ancorato oggi sulla rendita, sulla speculazione finanziaria, su una globalizzazione mal governata che ha creato nuove disuguaglianze, tanta  povertà e disparità sociali tra le persone. Dobbiamo rimettere al centro la dignità, la stabilità, la sicurezza del lavoro, la centralità della persona. Anche in Valle d’Aosta è fondamentale ritrovarsi in un perimetro di corresponsabilità tra istituzioni, sindacato, sistema delle imprese. Lavorare insieme, con l’obiettivo di risollevare territori che si vanno sempre di più impoverendo anche per effetto dello spopolamento , dell’invecchiamento della popolazione, della denatalità. Bisogna investire di più ed impegnare soprattutto i giovani a restare in questi territori investendo sulle politiche attive, formazione, crescita delle competenze ricercando nuove e solide opportunità di lavoro”.

 

<figure class="wp-block-image size-full"></figure> <figure class="wp-block-gallery columns-1 is-cropped"></figure> <figure class="wp-block-image size-full"></figure> <figure class="wp-block-gallery columns-2 is-cropped"></figure> <figure class="wp-block-gallery columns-1 is-cropped"></figure>

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore