/ CRONACA

CRONACA | 21 novembre 2021, 18:26

Covid 19, come sarà il Natale?

Sarà un Natale certamente connotato da maggior socialità rispetto a quella dell'anno scorso

Covid 19, come sarà il Natale?

Pur con il rischio che qualche regione nelle prossime settimane cambi colore, le feste torneranno a essere più vicine alla normalità rispetto a quelle del 2020. Secondo gli esperti, il fattore fondamentale sono i vaccini, affiancati all’obbligo di green pass. Sul fronte delle vacanze, gli operatori turistici segnalano una ripresa delle prenotazioni, in molti casi però last minute in base all'andamento delle condizioni sanitarie.

Quello di quest’anno sarà il secondo Natale in pandemia per gli italiani. Nonostante la risalita dei casi di Covid e la possibilità che nelle prossime settimane alcune regioni possano cambiare fascia di rischio e quindi colore, le festività quest’anno si prospettano decisamente diverse da quelle del 2020, soprattutto grazie alle vaccinazioni e all’uso del green pass che permetteranno una maggiore socialità e la ripresa dei viaggi.

"Sarà un Natale come gli altri prima del Covid", afferma il ministro della Salute Roberto Speranza, "se i reparti ospedalieri tengono". In quel caso non scatteranno misure, "se invece i ricoveri salgono - precisa - scatteranno le misure nei territori, in base al sistema dei colori". E a chi sta pianificando vacanze all'estero per le festività, il ministro dice: "Sono per le vacanze in Italia".

Per il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, "è inevitabile, purtroppo, prevedere altre vittime e altri ricoverati tra i non vaccinati. Ma gli ospedali non dovrebbero andare in affanno. Sono fiducioso: possiamo confidare in un Natale sereno. Grazie ai tanti che si immunizzano e grazie al green pass", dice in un'intervista al Corriere della Sera.

     

Salvatore Battaglia Presidente Accademia delle Prefi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore