/ CRONACA

CRONACA | 19 settembre 2021, 13:50

Ex consigliere regionale Stefano Ferrero, 'gravi conseguenze da vaccinazione Covid'

Anche altri valdostani finiti all'ospedale dopo la somministrazione del vaccino sono stati dimessi sulla base di accertamenti diagnostici che collegano direttamente la vaccinazione all'insorgenza dei problemi di salute

Stefano Ferrero

Stefano Ferrero

Dopo la seconda dose di vaccino anti Covid "il mio sistema immunitario ha avuto una reazione sproporzionata facendomi tornare alla situazione critica di quattro anni fa con problemi e necessità di aumentare i farmaci di mantenimento. Perchè nessuno ne parla di questi effetti? Perchè i "fragili" in prima linea a fare nuovamente da cavie con il rischio di avere effetti collaterali molto gravi?".

A parlare è l'ex consigliere regionale del M5S Stefano Ferrero, "inserito nella categoria dei 'fragili' - spiega - in quanto paziente oncologico e immunodespresso con farmaci". Ferrero aveva espresso alcuni dubbi sulla necessità di vaccinarsi ("pur non essendo io a priori contro le vaccinazioni" precisa) ma dopo una consultazione con il suo medico aveva scelto di fidarsi.

"Ora siamo al Green Pass obbligatorio - sottolinea - tradotto vaccinazione obbligatoria, e alla terza dose alla categoria dei cosiddetti 'fragili'. Non voglio firmare di nuovo quel foglio che dice che se avrò problemi saranno tutti cavoli miei. Sì, perchè la vaccinazione mi ha creato un grandissimo problema come lo ha creato ad altre migliaia di persone nelle mie condizioni". 

E ancora: "Se avessi saputo che il prezzo da pagare dopo la vaccinazione era quello di tornare alla situazione di qualità di vita schifosa post trapianto dopo anni di lotta e di sacrifici, io avrei voluto avere il mio sacrosanto diritto democratico di rischiare e non avrei fatto il vaccino (con le necessarie cautele di prevenzione nei confronti degli altri e alcune rinunce da parte mia ben inteso)".

Come Ferrero, anche altri valdostani finiti all'ospedale dopo la somministrazione del vaccino anti Covid sono stati dimessi sulla base di accertamenti diagnostici che collegano direttamente la vaccinazione all'insorgenza dei loro problemi di salute.

"Dopo 24 ore dalla somministrazione del vaccino sono stata colpita da una miocardite dalla quale non so come e quando uscirò  - ammette una donna della bassa Valle madre di due bimbi con disabilità - prima di confermare che questa patologia è stata causata da una reazione al vaccino Covid i medici hanno svolto una serie di esami approfonditi, ma l'esito finale non ha dato dubbi. Quello di cui non mi capacito è che io non ho mai sofferto prima d'ora di malattie cardiache".

pa.ga.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore