/ Chez Nous

In Breve

sabato 09 ottobre
lunedì 04 ottobre
martedì 14 settembre
sabato 04 settembre
Buon lavoro sindaco
(h. 14:25)
mercoledì 11 agosto
domenica 25 luglio
Invito a morire
(h. 09:00)
giovedì 22 luglio
Marco Sorbara (a sn) in un momento di attività di volontariato con i disabili
(h. 17:00)
lunedì 12 luglio
domenica 16 maggio
sabato 08 maggio

Chez Nous | 16 aprile 2021, 08:30

La trave ed il puntello

PREMESSA: per comprendere meglio alle ore 14 leggete il Poussa Café scritto da una lettrice che commenta l’andamento delle vaccinazioni

La trave ed il puntello

E’ peggio il puntello della trave. Un tentativo banale per giustificare il fatto di essere già stati vaccinati. Di più piove sempre sul bagnato. Chissà perché c’è chi viene chiamato per essere vaccinato e c’è chi ancora oggi sta aspettando il suo turno pur avendo maggiori diritti.

Ciao Piero, oggi mi hanno chiamato per il vaccino, domani (oggi per chi legge) vado finalmente a farmi vaccinare. E fino qui tutto normale. Ma c’è un particolare di non poco conto. Chi mi ha telefonato è un signore classe 1957 per giunta appartenente a quella che è definita fascia debole; io direi fascia a rischio, che è stato sorpassato nella fila da qualche furbetto.

L’assessore Luciano Caveri e l’ex assessore alla sanità, oggi consigliere regionale, Mauro Baccega hanno fatto sapere che loro sono già stati vaccinati a marzo e a breve, se non l’hanno già fatto, saranno chiamati per il richiamo. Tutto questo mentre ci sono ancora degli over 80 in attesa di essere vaccinati. Tutto questo mentre ci sono valdostani appartenenti alla categoria ‘persone fragili’ in attesa. E tutto questo anche se l'ex commissario dell'Ausl e oggi Direttore generale Pescarmona ha detto che in valle sono stati vacinati tante persone fragili.

Mi sembra che siano davvero pochi i consiglieri regionali appartenententi alla categoria 'frafili' eppure non appartenendo alla categoria persone fragili c’è chi è passato davanti agli over 80 e a chi aveva diritto ad essere vaccinato con priorità.

Per questo insisto perché venga diffuso l’elenco di chi è stato vaccinato e inserito nella categoria Altro. Per questo insistiamo perché il Presidente del Consiglio Valle, Albert Bertin, pubblichi sul sito della Consiglio l’elenco dei consiglieri regionali già vaccinati. Nessuno si nasconda dietro la foglia di fico della riservatezza.

Dando per buona la tesi dell’assessore Caveri, che rivendica il diritto di essere vaccinato per non bloccare il lavoro della Giunta, allora tutti i 35 inquilini di piazza Deffeyes ci facciano sapere se sono stati vaccinati e quando.

A marzo il nuovo piano vaccini indicava 5 categorie per età e fragilità. Gli ultimi ad essere vaccinati gli under 60. Mi sembra che beati gli ultimi saranno i primi e per questo gli over 60 di piazza Deffeyes sono stati vaccinati prima degli over 80. Ovviamente il piano prevedeva e prevede la  priorità per scuola, militari, polizia e comunità.

Per capirci il piano di marzo prevedeva:

- Categoria 1. Elevata fragilità (persone estremamente vulnerabili; disabilità grave);
 
- Categoria 2. Persone di età compresa tra 70 e 79 anni;
 
- Categoria 3. Persone di età compresa tra i 60 e i 69 anni;
 
- Categoria 4. Persone con comorbidità di età <60 anni, senza quella connotazione di gravità riportata per le persone estremamente vulnerabili;
 
- Categoria 5. Resto della popolazione di età <60 anni.
 
Sono inoltre considerate prioritarie le seguenti categorie, a prescindere dall’ età e dalle condizioni patologiche, quali:
- Personale docente e non docente, scolastico e universitario, Forze armate, di Polizia e del soccorso pubblico, servizi penitenziari e altre comunità residenziali.

Sarà possibile sapere quanti anziani che dovevano essere vaccinati ma sono morti per covid quando non erano ancora stati vaccinati?

Sarebbero centinaia (in Italia centinaia di migliaia, ndr.) i "furbetti" del vaccino anti-Covid, persone che hanno saltato la fila rientrando nella categoria "altro". Le procure di tutta Italia, compresa quella di Aosta,  stanno passando al setaccio elenchi e piani vaccinali per capire se ci siano state anomalie nelle somministrazioni.

Nei giorni scorsi Mario Draghi senza mezzi termini si è scagliato contro il caos vaccini e contro le logiche che hanno permesso le vaccinazioni agli under 60 e non agli over 80. L’Ausl spieghi come e perché di tanto caos e sospetti.

Un Draghi fermo nelle sue affermazioni, ha preso posizione in modo determinato sul caos vaccinazioni: "Ma con che coscienza uno salta la lista e si fa vaccinare? Questa è la prima domanda da farsi".

Il generale Francesco Paolo Figliuolo, che nei giorni scorsi ha fatto visita al centro vaccinazioni Palaindor,  è l’artefice della svolta nella campagna di vaccinazione.

Adesso il piano è molto chiaro, essendoci una tabella di priorità in cui sono state declinate le categorie dei fragili: “Non ci sono più margini - ha dichiarato Figliuolo - se abusi ci sono, sono voluti. Che poi ci sia qualche nepotismo… io non so come uno possa dormire la notte sapendo che avrebbe potuto salvare una vita e invece ha dato il vaccino all’amico. Lo trovo inqualificabile. Le liste di riserva devono essere in analogia col piano vaccinale: con gli ottantenni, poi i settantenni… non è che fai venire tuo cugino dicendo aspetta che ti vaccino con la sesta dose che rimane”.

Il presidente Erik Lavevaz, l’assessore alla sanità Roberto Barmasse, il Presidente Albert Bertin, l’ex commissario e oggi direttore generale dell’Ausl Angelo Michele Pescarmona chiariscano ai valdostani come stanno le cose.

Se hanno aspettato in fila il proprio turno il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ed presidente del Consiglio, Mario Draghi, perché in Valle c’è chi ha la fortuna di essere chiamato al telefono per essere vaccinato, mentre i cittadini considerati sudditi passano ore al telefono perché non riescono a contatare chi dovrebbe fornire informazioni?

Le autodifese di ieri confermano l'antico adagio che è peggio in puntello della trave. Meglio dire chiaramente, con onestà e sincerità come stanno le cose.

piero.minuzzo@gmail.com

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore