/ Chez Nous

In Breve

sabato 09 ottobre
lunedì 04 ottobre
martedì 14 settembre
sabato 04 settembre
Buon lavoro sindaco
(h. 14:25)
mercoledì 11 agosto
domenica 25 luglio
Invito a morire
(h. 09:00)
giovedì 22 luglio
Marco Sorbara (a sn) in un momento di attività di volontariato con i disabili
(h. 17:00)
lunedì 12 luglio
domenica 16 maggio
sabato 08 maggio

Chez Nous | 13 marzo 2021, 12:00

Sotto il vestito niente

Sotto il vestito niente

L’abusato titolo del film di Carlo Vanzina 'Sotto il vestito niente' sembra cucito su misura per il Documento di Economia e Finanza Regionale (Defr) che la Giunta di Erik Lavevaz ha presentato ai consiglieri regionali.

Le oltre 124 pagine sono una buona dose di melatonina da prendere cinque pagine alla volta per dormire sonni tranquilli.

Un documento che non si può definire nemmeno un libro dei sogni perché a leggerlo, anche attentamente, non si trova nulla che possa conciliare il sonno con sogni di gloria o di svolta nella gestione della cosa pubblica.

Il tomo è un insieme di frasi fatte anche se per due terzi contiene interessanti analisi sulla situazione socio economica elaborate dalla Banca d’Italia e dall’Osservatorio economico sociale della Regione dove le competenze abbondano ma sono sottoutilizzate dai decisori e da di deve compiere scelte politiche per il rilancio dello sviluppo socio economico.

Scrivere come a pagina 77 del documento “Il rilancio dell’economia della nostra regione, duramente colpita dalle conseguenze delle misure per il contenimento della pandemia, passa attraverso il sostegno e la promozione della sviluppo delle imprese insediate e l’attrazione di nuovi investimenti. Occorre sostenere i settori industriale, e artigianale e delle cooperative attraverso il potenziamento delle relazioni tra le imprese, la messa in rete delle conoscenze ed esperienze, la creazione di nuove opportunità di sviluppo”, è scoprire l’acqua calda; dice poco di prospettive ma tanto di nulla.

La Giunta Lavevaz si è trincerata dietro a tanti si procederà, si farà, sarà necessario, obiettivi strategici, accordi, revisione della strategia regionale di specializzazione intelligente della Valle d’Aosta. E si potrebbe continuare a lungo.

Che la Giunta Lavevaz sia tutto meno che autonomista è bene descritto a pagina 79 dove si legge: “Infine (notare l’infine, ndr.), per quanto riguarda la Zona Franca della ricerca e sviluppo (ZFR&S) si renderà necessario intervenire a livello normativo per introdurre questo strumento innovativo nel panorama delle politiche regionali per il finanziamento della ricerca. L'obiettivo è quello di pervenire al riconoscimento dello status di ZFR&S ad una porzione del territorio regionale, riservando agli operatori economici ivi insediati incentivi fiscali e finanziari nonché servizi agevolativi, al fine di sviluppare il tessuto industriale locale e di attrarre dall’esterno della regione imprese, talenti e risorse per la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione, in coerenza con la S3. Si prevede che il progetto prenda avvio a partire dall’anno 2021 e che, gradualmente, venga consolidato e rafforzato”.

I tanti ‘bisognerà’ anche sulle cose più banali è la dimostrazione che il governo, e meno ancora la maggioranza regionale, ammette i ritardi con i quali ha affrontato i vari dossier e di non avere idee concrete per il futuro.

Nemmeno il programma elettorale della più scalcagnata lista che si presenta alle elezioni è così generico.

Il Documento di Economia e Finanza Regionale - DEFR - è il principale strumento di programmazione economico-finanziaria della Regione. Dovrebbe contenere le linee programmatiche dell’azione di governo regionale che dovrebbe orientare le successive deliberazioni della Giunta Regionale e dell’Assemblea Legislativa e costituisce il presupposto del controllo strategico.

Ma se Documento di Economia e Finanza Regionale non indica volontà precise allora conferma che sotto il vestito niente. Speriamo che il dibattito in aula del Consiglio Valle sotto il vestito metta qualcosa.

piero.minuzzo@gmail.com

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore