/ Info consumatori

Info consumatori | 18 febbraio 2021, 10:30

Vendite online piene di problemi, Antitrust apre procedimenti Leroy Merlin, Unieuro-Monclick e MediaWorld

Prodotti che non arrivavano o arrivavano tardi, informazioni ingannevoli sui tempi di consegna, assistenza post vendita lacunosa. Le vendite online negli ultimi tempi sono state piene di problemi per i consumatori, anche in emergenza sanitaria. L’Antitrust apre tre procedimenti verso Leroy Merlin, Unieuro-Monclick e MediaWorld

Vendite online piene di problemi, Antitrust apre procedimenti Leroy Merlin, Unieuro-Monclick e MediaWorld

I prodotti ordinati online non arrivavano, o arrivavano molto tardi. L’informazione sui tempi di consegna e sui ritardi mancava, o era quantomeno ingannevole. L’assistenza post vendita non c’era, o era molto carente e del tutto inadeguata. Con queste motivazioni l’Antitrust ha aperto tre procedimenti sulle vendite online fatte da Uni euro e Monclick, da Leroy Merlin e da MediaWorld.

Alcune condotte comprendono la diffusione di messaggi ingannevoli sulla consegna dei prodotti ordinati dai consumatori durante l’emergenza sanitaria. Sulle base delle segnalazioni di consumatori e delle Associazioni dei Consumatori, queste società dicono l’Antitrust nell’ultimo bollettino – avrebbero seguito una serie di condotte in violazione del Codice del Consumo.

Queste comprendono "la ritardata o mancata consegna dei prodotti ordinati online; l’omessa/ingannevole informazione sui tempi effettivi di consegna, sui ritardi e sulle problematiche relative alla corretta esecuzione degli ordini; la promozione sul proprio sito web del nuovo servizio di vendita telefonica con asserita consegna in tempi rapidi (4 giorni); l’omessa/inadeguata assistenza post-vendita dei consumatori".

Ancora, l’Antitrust indagherà sugli ostacoli alle richieste di annullamento degli ordini e al diritto di recesso e di rimborso. E sulla modalità di reclamo, le richieste di reso, gli interventi in garanzia e le informazioni sulle modalità di gestione degli ordini, considerate inadeguate o fuorvianti.

Bruno Albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore