/ CRONACA

CRONACA | 18 novembre 2020, 20:11

L’insegnamento di Don Ferronato: fare del bene senza comparire

I Parrocchiani di Pontey salutano il loro storico vice parroco Don Virgilio Ferronato Pontey, il 18 novembre 2020Sabato scorso in occasione della Festa Patronale di San Martino la comunità dei fedeli della Parrocchia di Pontey ha partecipato all’ultima Santa Messa

L’insegnamento di Don Ferronato: fare del bene senza comparire

L'amato vice parroco di Ponteu, il salesiano Don Virgilio Ferronato ha deciso di passare il testimone per sopraggiunti limiti d’età.

Attraverso un sondaggio tra animatori e cantori nei giorni precedenti alla Santa Messa si sono raccolti aggettivi, aneddoti e curiosità riguardanti Don Virgilio che, attraverso un’opera di taglio e cucito, hanno permesso di arrivare ad un discorso letto al termine della celebrazione dal Presidente dell’Oratorio Sèn Martin Matteo Russo di cui si riporta per intero il testo.“Don Virgilio Ferronato.

Una persona gentile, silenziosa, intelligente, ironica, severa. Intelligente. Perché ha creduto in noi come Oratorio fin da subito e ci ha sostenuto senza avere dubbi. Silenziosa. I suoi saluti sempre sorridenti prima di entrare in Chiesa quando ci si incrociava. Gentile. Durante la Messa per festeggiare il suo 50esimo anniversario di sacerdozio si è emozionato. Umile.

C’era sempre un saluto quando lo si incrociava per caso in mezzo al paese a Chatillon. Pacato. I suoi sguardi in Chiesa quando rimproverava il chierichetto di turno (tipo il sottoscritto) senza dare nell’occhio, con un semplice sguardo o con un sussurro. Ironico. A chi fosse successo di accompagnarlo in macchina per riportarlo a Chatillon o a chi avesse pranzato con lui si ricorderà che si chiacchierava su vari argomenti e aveva sempre una battuta pronta.

Oggi come pensiero di ringraziamento gli consegniamo, oltre ad un piccolo pacchetto con alcune cose che abbiamo scoperto piacergli, anche una cornice in legno (donata dagli ex allievi della Falegnameria VR Vincenzo e Ruggiero) in cui abbiamo inserito un collage di foto dell’Oratorio fatte nei diversi anni con al centro una frase che rispecchia bene Don Ferronato. Essendo Don Virgilio un salesiano della Casa di Chatillon la frase non poteva che essere di Don Bosco ma sembra tagliata e cucita addosso al nostro Don Ferronato ossia “Fare il bene senza comparire.

La violetta sta nascosta ma si conosce e si trova grazie al suo profumo.” A nome dei suoi Parrocchiani grazie Reverendo: le chiediamo di ricordarci nelle sue preghiere come noi faremo nelle nostre ricordandole che Pontey sarà sempre la sua seconda Casa dopo quella del Don Bosco di Chatillon”.

A concelebrare erano altresì presenti il neo Vice parroco di Chatillon e Ponteyil salesiano Don Joseph Pravin, il neo Vice parroco di Chatillon, Pontey, Emarese e Saint Germain Don Alessandro Valerioti e il Parroco di queste ultime 4 comunità Don Andrea Marcoz il quale ha voluto ringraziare in modo particolare Don Ferronato “per il suo impegno pastorale profuso in questi anni e per il suo prezioso supporto e accompagnamento nel mio Ministero in Media Valle”.

L'oratorio di Pontey

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore