/ ISTRUZIONE E FORMAZIONE

ISTRUZIONE E FORMAZIONE | 04 settembre 2020, 11:36

Oltre 500 bimbi coinvolti nel successo dei Campus estivi di Movi-menti

Oltre 500 bimbi coinvolti nel successo dei Campus estivi di Movi-menti

Partire dai bambini per riconnettere la comunità. E’ stato questo l’obiettivo e il motore di Movi-Estate, il format che il progetto interregionale 'Movi-Menti: menti, corpi, comunità in movimento”, selezionato nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha messo in campo quest’estate in Valle d'Aosta, coinvolgendo oltre 500 minori residenti. Interessate anche Piemonte, Liguria, Campania e Sicilia, attraverso un ponte immaginario che ha unito Nord e Sud Italia, riprogrammando le proprie attività e diventando nuova risorsa per bambini, ragazzi e famiglie nell’estate post-Covid19.

In Valle d’Aosta, come negli altri territori, sono state tante le attività a sostegno, anche economico (per il tramite dei Servizi sociali territoriali), di famiglie e ragazzi: centri estivi e sportivi, laboratori scientifici, tecnologici e di robotica, percorsi di potenziamento scolastico, supporto a famiglie e ragazzi, attività didattiche, arte, musica e danza, cinema e tanto altro.

Tra le diverse attività organizzate sono state oltre 80 le persone che hanno preso parte al Cineforum Movi-Menti, cartellone di quattro film a tema 'resilienza', protagonista presso la Cittadella dei Giovani tra luglio e agosto nel corso di quattro serate. L’iniziativa gratuita è stata organizzata dalla Cooperativa Noi e gli altri e dalla Cooperativa EnAIP VdA s.c.s, con la collaborazione della Cittadella dei Giovani. Al termine delle proiezioni è stato Enrico Montrosset della società L'Eubage ad aprire dibattiti con il pubblico presente per riflettere insieme e approfondire il tema. Le proiezioni, partite dalla Valle d’Aosta hanno poi toccato, con la stessa formula, le altre quattro regioni del progetto Movi-Menti per riflettere e dibattere insieme ad educatori, famiglie e ragazzi, il tema della resilienza, cioè la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici e di riorganizzare la propria vita dinanzi alle difficoltà.

Non sono mancati poi campus estivi e laboratori all’aria aperta e nel rispetto delle misure Anti-Covid che hanno messo in campo energia e creatività su più fronti.

I tre Campus 'Estivamente-Ingegnosamente', delle durata di quattro settimane, gestiti dalla Cooperativa SocialeL’Esprit à l’Envers, hanno visto protagonisti bambini e ragazzi di età e territori diversi, tra Saint – Vincent, Aosta e Morgex.

“Si è trattato di un campus itinerante per poter meglio accedere alle potenzialità territoriali – ha spiegato Tania Musso della Cooperativa Esprit – con le quali nel tempo si sono stretti contatti e collaborazioni. Questi campus hanno coinvolto complessivamente circa 50 bambini, occupando tutti i posti disponibili”.

Tra le tante attività, organizzate in collaborazione con la Biblioteca Comunale di Saint Vincent, la Cittadella dei Giovani e il Comune di Morgex, non sono mancati, nell’ambito dei Campus, laboratori di Robotica educativa, a cura di Cristina D’Arienzo, e laboratori di animazioni, a cura di Irene Tarticchio, che hanno dato vita a prodotti multimediali poi condivisi con le famiglie e i ragazzi. 

Sono stati 135 i bambini che hanno partecipato agli otto campus, gestiti dalla Cooperativa Noi e Gli Altri, che si sono incentrati su attività Steam (Scienza, tecnologia, ingegneria, arte e matematica),sviluppando anche qui competenze interdisciplinari che hanno affascinato i più piccoli.

Un altro campus è stato invece tutto sportivo ed ha rappresentato un vero e proprio progetto di comunità, per la partecipazione nell’organizzazione e gestione di Noi e gli Altri s.c.s., dell’ASD Stade Valdotain Rugby, dell’Oratorio San Giocondo, dell’Amministrazione Comunale di Sarre e dell’Unité Grand Paradis. Sono stati coinvolti 60 giovani tra animatori senior e junior e 30 istruttori sportivi. Questa iniziativa ha intercettato complessivamente 350 bambini.

Per garantire la partecipazione a iniziative di socializzazione, il progetto Movi-Menti ha coperto economicamente 13 settimane a favore di minori in carico ai Servizi Sociali che altrimenti non avrebbero potuto usufruire del servizio. A favore delle fasce più deboli del territorio, all’interno del progetto Movi- Menti, sono stati poi consegnati “buoni scuola didattici”, per l’acquisto di materiale scolastico, a circa 60 famiglie, attraverso la rete dei Servizi sociali del territorio.

“L’impegno per garantire attività e iniziative che coinvolgessero ragazzi, famiglie ed educatori, tra attività estive all’aria aperta e laboratori stimolanti in pieno stile steam, è stato alto - – sottolinea Lucia Poli, della Cooperativa Noi e Gli altri – soprattutto a seguito del lockdown e delle misure da adottare, che hanno impegnato i partner regionali in una riprogrammazione importante. Il bilancio è positivo, l’intento riuscito è stato quello di far vivere ai ragazzi coinvolti occasioni di incontro ed esperienze positive di crescita, apprendimento e sportive, senza far mancare, ove necessario, un apporto economico a sostegno di famiglie più in difficoltà, e per garantire loro occasioni al pari di altre famiglie. L’impegno di Movi-Menti continua in Valle d’Aosta attraverso la programmazione, in fase di definizione, per le attività autunnali e invernali, sempre a favore di famiglie, ragazzi e comunità educante”.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore