/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 20 maggio 2020, 11:17

Jovençan: Dal Comune mascherine chirurgiche e lavabili a tutti i residenti

PRUDENZA IL CORONAVIRUS E' IN AGGUATO - La sindaca, Vally Lucianaz, ringrazia i compaesani 'per aver capito l’importanza della propria e dell’altrui salute, per i sacrifici fatti in questi mesi e per la collaborazione e la solidarietà dimostrati"

Il  Municipio di Jovençan

Il Municipio di Jovençan

Le famiglie di Jovençan stanno ricevendo in questi giorni nelle loro cassette della posta un sacchetto trasparente contenente due mascherine, accompagnate da un messaggio della sindaca, Vally Lucianaz. Una mascherina è di tipo chirurgico, di quelle fornite dalla Protezione civile regionale e l'altra è una protettiva lavabile (non chirurugica) di quelle realizzate appositamente per i residenti da un “gruppo di volontari di Jovençan e di Gressan - spiega la sindaca Lucianaz - persone per le quali parole come solidarietà e comunità non sono vuote di senso o utili fronzoli in discorsi accattivanti, ma piene di quel contenuto attivo, semplice e generoso di cuiabbiamo sempre bisogno, ma particolarmente di questi tempi”.

 

La sindaca di Jovençan, Vally Lucianaz

 

 

 

 

 

“Non le ringrazieremo mai abbastanza - continua la sindaca - del tempo e delle competenze che hanno scelto di offrire alla nostra comunità rispondendo al nostro appello per mettere a disposizione lenzuola, tovaglie e altra biancheria di cotone, per tagliare i tessuti raccolti e il Tnt acquistato per preparare gli elastici, nonché per cucire tutti questi pezzi insieme e realizzare le mascherine lavabili con cui, purtroppo, sembra che siamo ormai chiamati a convivere e che vi ricordiamo di lavare anche prima di usarle la prima volta”.

Rivolgendosi ai cittadini, Vally Lucianaz li ringrazia "per aver capito l’importanza della propria e dell’altrui salute, per i sacrifici fatti in questi mesi e per la collaborazione e la solidarietà dimostrati".

Scegliendo la prudenza e dubbiosa circa le prospettive di un rapido ritorno alla normalità, Lucianaz invita tutti a “continuare a stare attenti e ad essere prudenti poiché il virus è sempre in mezzo a noi” nonché a “cominciare ad inventare nuovi modi di stare insieme, di vivere, di studiare e di lavorare, ad immaginare un futuro diverso” e conclude ricordando che “Insieme ce la faremo”.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore