/ CRONACA

CRONACA | 28 aprile 2020, 16:40

Dall'Arev un ventilatore polmonare al Pronto soccorso

RESTIAMO A CASA - Il comitato direttivo dell’AREV è orgoglioso di ringraziare tutti i Presidenti delleSociétés d’Elevage e gli allevatori che hanno contribuito

Dino Planaz

Dino Planaz

L’AREV nel corso del mese di marzo ha attivato una raccolta fondi attraverso le sue organizzazioni zonali “Sociétés d’Elevage” che gestiscono territorialmente territoriale i rapporticon gli allevatori per quanto riguarda l’organizzazione di manifestazioni zootecniche, rassegne, mostre, fiere ecc.

E’ stata messa insieme una discreta somma grazie alla sensibilità degli allevatori chehanno saputo riconoscere l’enorme impegno messo in campo da tutto il Compart oSanitario regionale.

Così dopo aver verificato le necessità più impellenti con i responsabili dell’emergenzai fondi sono stati utilizzati in parte per acquisire del materiale di protezione personalemonouso e la parte preponderante per l’acquisto di un Ventilatore Polmonare da mettere a disposizione del Pronto Soccorso, utile per la fase di emergenza, ma anche successivamente. 

Le aziende agricole ezootecniche hanno continuato a lavorare ed hanno sostenuto l'economia nazionale nei giorni di crisi.

I blocchi produttivi imposti hanno risparmiato le attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agroalimentare e le correlate filiere che apportano beni e servizi alle aziende del comparto.

"Lo spirito che ha animato gli allevatori in questa fase che stiamo attraversando, che è estremamente complicata è quello di prendere atto che dobbiamo tutti insieme - spiega il presidente Dino Planaz - impegnarci al massimo per affrontare le diverse emergenze e sostenerci vicendevolmente facendo, per quanto possibile, ognuno la nostra parte".

Per esempio fare il possibile per sostenere i consumi dei prodotti agricoli regionali sarebbe un’azione che in questo momento, come in futuro darebbe una grossa mano agli agricoltori della nostra regione.

"Ancora un grande grazie a tutti gli operatori sanitari che quotidianamente siimpegnano per il bene di tutti gli ammalati", conclude Planaz.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore