/ CRONACA

CRONACA | 04 dicembre 2019, 08:09

Operazione Geenna, Corte conti valuta eventuale danno erariale da Comuni Aosta e St-Pierre

La sede regionale della Corte dei Conti in piazza Roncas ad Aosta

La sede regionale della Corte dei Conti in piazza Roncas ad Aosta

Finiranno sulla scrivania del procuratore regionale della Corte dei conti, Massimiliano Atelli, le relazioni delle commissioni di accesso antimafia di Aosta e Saint-Pierre, nominate dopo l'operazione Geenna della Dda e dei carabinieri contro una presunta 'ndrina valdostana.

I commissari trasmetteranno nei prossimi giorni alla procura della Corte dei conti gli atti scaturiti dai sei mesi di lavoro negli uffici dei due comuni. Spetterà poi al procuratore Atelli valutare l'eventuale sussistenza di un danno erariale. Tra gli aspetti su cui si sono soffermati i commissari vi sarebbero anche canoni non riscossi per l'affitto di immobili pubblici da parte della Giunta del sindaco Fulvio Centoz.

Le verifiche delle due commissioni (composte da funzionari prefettizi e ufficiali di carabinieri e Guardia di finanza) erano scattate a seguito dell'arresto di tre eletti: l'ex assessore comunale e attuale consigliere regionale sospeso Marco Sorbara e il consigliere comunale sospeso Nicola Prettico per il Comune di Aosta; l'ex assessore Monica Carcea per il Comune di Saint-Pierre.

Nei giorni scorsi il presidente della Giunta, Antonio Fosson, nell'esercizio delle funzioni prefettizie attribuitegli dallo Statuto speciale, aveva trasmesso le due relazioni al ministro dell'Interno Luciana Lamorgese per valutare l'eventuale scioglimento dei due Comuni per infiltrazione mafiosa.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore