CRONACA | lunedì 18 marzo 2019 19:25

CRONACA | 12 dicembre 2018, 17:00

Chambave: Che fine ha fatto il progetto cimitero per animali di affezione?

Marco Vesan, sindaco di Chambave

Marco Vesan, sindaco di Chambave

"Sorgerà a Chambave, quasi certamente entro l'autunno, il primo cimitero per animali domestici in Valle d'Aosta". Così iniziava nel luglio del 2016 un articolo di Aostacronaca su una bella iniziativa locale: pochi giorni prima il Consiglio comunale del paese della media valle aveva approvato una variante al Piano regolatore che prevedeva di destinare un'area comunale a cimitero per animali di affezione.

Il progetto, portato in giunta dal sindaco, Marco Vesan, era firmato dall'imprenditore belga Eric Franchini e individuava una zona idonea nei pressi del campo sportivo.

Dopo quasi due anni e mezzo, però, del cimitero per cani e gatti non si sa più nulla: progetto finito nell'ultimo cassetto della scrivania? E se sì, quanto è costato? Oppure il cimitero è stato realizzato ma mai inaugurato, forse anche perchè le tombe sono rimaste vuote? 

All'epoca, alle rimostranze di chi giudicava inopportuna l'iniziativa in un momento in cui le famiglie residenti chiedevano che l'avanzo di bilancio di circa 350 mila euro fosse speso per potenziare i servizi agli anziani e ai bambini, il sindaco Vesan aveva risposto che il cimitero per animali domestici – da tempo sollecitato dallo stesso Franchini - avrebbe potuto avere ricadute positive per il territorio di Chambave, visto che essendo l'unica struttura di questo tipo in Valle potrebbe attirare proprietari di cani e gatti residenti in altri comuni. Ma ad oggi di questa iniziativa dai risvolti sicuramente (e giustamente) economici oltreché affettivi, non se ne sa più nulla. 

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore