/ CRONACA

CRONACA | 04 novembre 2023, 14:27

Gressan: Finalmente i Gressanins hanno la loro piazzetta e ringraziano il sindaco

Inaugurata La Placette, la nuova piazza comunale di Gressan, il Sindaco Michel Martinet ha tenuto un discorso in cui ha sottolineato l'unicità dell'urbanizzazione del comune

Gressan: Finalmente i Gressanins hanno la loro piazzetta e ringraziano il sindaco

“Mesdames et Messieurs, chers Gressaens c’est avec un grand plaisir qu’au nom de l’administration communale je vous donne la bienvenue à cet évènement que je retiens important pour notre communauté. En fait, un des principaux points que notre administration avait prévu dans son programme électoral, c’était de réaliser une place pour Gressan“. Era davvero emozionato, come raramente capita di sentire un  amministratore pubblico, Michel Martinet, Sindaco di Gressan, che ha coronato un suo sogno dell’adolescenza; creare una piazza per il suo comune. 

Gressan, infatti, si può definire un comune urbanisticamente “diffuso”; la posizione della principale chiesa al di fuori dei centri abitati, la mancanza di un vero borgo, la dispersione delle strutture pubbliche e la presenza di due scuole distanti tra loro. “Questi fattori – ha detto Martinet - hanno reso necessaria la creazione di uno spazio comune per la comunità”.

Omaggio ai caduti

Dunque la scelta di La Placette “come luogo ideale per questa piazza è stata dettata dalla sua centralità, dalla ricca storia che la circonda, con il monumento ai caduti e la vecchia casa comunale, dalla facilità di accesso, dalla vicinanza alle scuole del capoluogo e alle attività commerciali. Tuttavia, la piazza aveva bisogno di una completa riqualificazione. Prima della ristrutturazione, il luogo ospitava parcheggi disordinati e i contenitori per la raccolta dei rifiuti erano situati ai margini della fontana, creando una situazione oggettivamente sgradevole”.

Il risultato attuale, reso possibile grazie all'architetto Andrea Pastore, un nativo del luogo e al direttore dei lavori Massimo Laurent, insieme alla Dott.sa Mara Rizzotto della Sovrintendenza ai beni culturali, è una piazza che ha integrato in modo armonioso spazi per eventi e attività comuni.

“Questi spazi – ha sottolineato il sindaco - possono essere utilizzati per proiezioni all'aperto durante l'estate, presentazioni di libri, spettacoli teatrali o semplicemente come luogo di incontro per bambini e ragazzi. La piazza offre anche spazi tranquilli, ideali per leggere un libro o trascorrere del tempo con bambini o anziani all'ombra del pergolato”.

La clôture de la place est particulière et recherchée, avec des tiges de hauteurs non uniformes rappelant les montagnes environnantes, offrant une sensation de sécurité. Les marches ont été conçues pour offrir des sièges confortables et ont été décorées par les Frères Cuneaz de Gressan. L'éclairage a également été pris en charge par les habitants de Gressan, avec le choix de lampadaires particuliers et une inscription qui confère un aspect intime et agréable à la place la nuit.

Per il pavimento è stata scelta la pietra valdostana, il Bardiglio di Aymavilles, che con le sue venature esalta le forme irregolari della piazza e assicura una lunga durata, avendo già rivestito le porte pretoriane di Aosta ai tempi dei Romani. La piazza è completata da una scacchiera adiacente, che aggiunge un tocco di eleganza e raffinatezza all'insieme.

 

"Pendant les travaux - a rappelé Michel Martinet - il a été nécessaire d'intervenir rapidement en raison du danger que représentait le toit de l'ancienne mairie, qui risquait de perdre des morceaux de couverture sur la route en dessous. Grâce à l'intervention de l'entreprise Loris Bullio d'Avise, le toit a été entièrement refait et brille aujourd'hui dans toute sa beauté, complétant l'ensemble du site".

Accanto alla piazza, è stata allestita una mostra permanente con fotografie di donne d'antan, curata da Martina Domaine. Michel Martinet ha concluso il suo intervento ringraziando il progettista, il direttore dei lavori e il capo ufficio tecnico per il loro supporto nelle riunioni e visite in cantiere. Ha anche elogiato la Dr. Mara Rizzotto della Sovrintendenza ai beni culturali per la sua professionalità. Ha espresso la sua gratitudine all'impresa Bencardino di Nus, padre e figlio, per la pazienza dimostrata di fronte alle continue richieste di sopralluoghi e ai loro operai per il loro lavoro certosino nella posa della pavimentazione in pietra.

Il sindaco ha infine sottolineato che la piazza inaugurata rappresenta solo la prima fase dei lavori, con una seconda tranche di lavori in programma per migliorare ulteriormente i parcheggi e la viabilità, rendendoli più fluidi e sicuri.

Ed ha concluso il suo sentito intervento con un caloroso quando dicendo: “Je tiens à remercier tous les assesseurs et les conseillers municipaux de cette législature et de la précédente, car nous avons cru en un travail qui manquait à notre communauté et chacun avec sa propre énergie et compétence a apporté sa contribution pour que ce désir se réalise et j'en suis fier en tant que Syndic, car cela démontre que le travail en équipe conduit toujours à de bons résultats. Merci ».

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore