/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 30 settembre 2022, 18:00

Almanach de samedi 1 octobre saint Thérèse saint Rhemy

Quando recitate il Rosario dopo il Gloria dite: «San Giuseppe, prega per noi!». (San Padre Pio da Pietrelcina)

Almanach de samedi 1 octobre saint Thérèse saint Rhemy

AGENDA DEL VESCOVO DI AOSTA MONS. FRANCO LOVIGNANA

Sabato 1° ottobre
Salone del Palazzo vescovile - ore 9.00 - 12.00
Partecipazione all'incontro promosso dall'ufficio diocesano pastorale sociale e lavoro
"Le comunità energetiche in Valle d'Aosta"

Chiesa parrocchiale di Sant'Anselmo - ore 18.00
S. Messa e benedizione della lapide in memoria del Can. Fosson

Domenica 2 ottobre
Chiesa parrocchiale di Valtournenche - ore 10.00
S. Cresime

Casa delle opere della Cattedrale - pomeriggio
Incontro con le realtà caritative ecclesiali
seguito dalla S. Messa in Cattedrale alle ore 18.00

Lunedì 3 ottobre
Seminario - ore 18.00
Riunione del Consiglio pastorale diocesano

Mercoledì 5 ottobre - giovedì 6 ottobre
Seminario
Riunione della Conferenza Episcopale Piemontese

Venerdì 7 ottobre
Aosta, Cinéma Théâtre de la Ville - ore 20.45
1° incontro della rassegna "Testimoni dell'essenziale"
Charles de Foucauld a cura di Mons. Giuseppe Anfossi

Sabato 8 ottobre
Cattedrale - Pont Suaz - ore 6.00
Pellegrinaggio mensile a N.-D. de Pitié

Chiesa parrocchiale di Saint-Martin in Aosta - ore 15.00
S. Cresime

Domenica 9 ottobre
Chiesa parrocchiale di Pré-Saint-Didier - ore 10.30
S. Cresime per le parrocchie di Pré-Saint-Didier e La Thuile

Seminario - ore 17.00
Mandato catechistico

Lunedì 10 ottobre
Torino, Palazzo Reale - mattino e pomeriggio
Partecipazione alla giornata nazionale 2022
Ufficio nazionale beni culturali ecclesiastici e edilizia di culto

Priorato di Saint-Pierre - ore 20.30
Incontro Zona 1 dedicato alla nuova organizzazione territoriale della diocesi

Martedì 11 ottobre
Vescovado e Seminario - ore 16.00
Incontro con i Sindaci della Valle d'Aosta

Mercoledì 12 ottobre
Saint-Oyen, Monastero Regina Pacis - ore 11.00
S. Messa per il 20° Anniversario di Fondazione

Curia Vescovile - ore 18.00
Riunione gruppo di lavoro "San Bernardo 2023"

Giovedì 13 ottobre
Vescovado - mattino
udienze

Oratorio di Saint-Vincent - ore 20.30
Incontro Zona 4 dedicato alla nuova organizzazione territoriale della diocesi

Venerdì 14 ottobre
Vescovado - mattino
udienze

Aosta, Cinéma Théâtre de la Ville - ore 20.45
2° incontro della rassegna "Testimoni dell'essenziale"
Madre Rosetta Marchese a cura di Sr Francesca Caggiano fma

 

LE MESSAGER RICORDA Thérèse saint Rhemy

La Chiesa celebra Santa Teresa di Gesù Bambino (di Lisieux) Vergine e dottore della Chiesa

La Francia dell'Ottocento è il primo paese d'Europa nel quale cominciò a diffondersi la convinzione di poter fare a meno di Dio, di poter vivere come se egli non esistesse. Proprio nel paese d'Oltralpe, tuttavia, alcune figure di santi, come Teresa di Lisieux, ricordarono che il senso della vita è proprio quello di conoscere e amare Dio. Teresa nacque nel 1873 in un ambiente profondamente credente. Nel 2015 anche i suoi genitori sono stati dichiarati santi.

Ella ricevette, dunque, una educazione profondamente religiosa che presto la indusse a scegliere la vita religiosa presso il carmelo di Lisieux. Qui ella si affida progressivamente a Dio. Su suggerimento della superiora tiene un diario sul quale annota le tappe della sua vita interiore. Scrive nel 1895: «Il 9 giugno, festa della Santissima Trinità, ho ricevuto la grazia di capire più che mai quanto Gesù desideri essere amato». All'amore di Dio Teresa vuol rispondere con tutte le sue forze e il suo entusiasmo giovanile. Non sa, però, che l'amore la condurrà attraverso la via della privazione e della tenebra.

L'anno successivo, il 1896, si manifestano i primi segni della tubercolosi che la porterà alla morte. Ancor più dolorosa è l'esperienza dell'assenza di Dio. Abituata a vivere alla sua presenza, Teresa si trova avvolta in una tenebra in cui Le è impossibile vedere alcun segno soprannaturale. Vi è, però, un'ultima tappa compiuta dalla santa.

Ella apprende che a lei, piccola, è affidata la conoscenza della piccola via, la via dell'abbandono alla volontà di Dio. La vita, allora, diviene per Teresa un gioco spensierato perché anche nei momenti di abbandono Dio vigila ed è pronto a prendere tra le sue braccia chi a Lui si affida. Papa Pio XI la beatificò il 29 aprile 1923 e la canonizzò il 17 maggio 1925. San Giovanni Paolo II in data 19 ottobre 1997 l'ha dichiarata Dottore della Chiesa. La sua memoria liturgica si celebra il 1° ottobre, nella forma extraordinaria del rito romano invece il 3 ottobre.

ll sole sorge alle ore 7,15 e tramonta alle ore 19,16.

“La pace non è soltanto assenza di guerra, ma una condizione generale nella quale la persona umana è in armonia con sé stessa, in armonia con la natura e in armonia con gli altri. Tuttavia, far tacere le armi e spegnere i focolai di guerra rimane la condizione inevitabile per dare inizio ad un cammino che porta al raggiungimento della pace nei suoi differenti aspetti.”” (Papa Francesco)

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore