/ ECONOMIA

ECONOMIA | 19 settembre 2022, 16:00

Il Piccolo San Bernardo al centro del nuovo progetto transfrontaliero tra Italia e Francia per un turismo inclusivo

Presentato a La Thuile il nuovo progetto “Nouvelles Liaisons Transfrontalières” che unisce Italia e Francia lungo 4 percorsi sviluppati nel comprensorio dell’Espace San Bernardo

Il Piccolo San Bernardo al centro del nuovo progetto transfrontaliero tra Italia e Francia per un turismo inclusivo

Lo scorso 8 settembre 2022, a La Thuile, è stato presentato il nuovo progetto “Nouvelles Liaisons Transfrontalières” che vede coinvolte Italia e Francia nello sviluppo di 4 percorsi transfrontalieri volti ad agevolare la riconnessione con la montagna in tutte le stagioni, ristabilendo le relazioni tra persone, ambiente, antiche Memorie. Il progetto è finanziato dai fondi europei FESR sulla programmazione 2014-2020.

Un percorso per la bike, uno per lo sci alpinismo, uno lungo i cammini dello spirito e uno sulle tracce della Memoria comune hanno lo scopo di rilanciare e diversificare l’offerta turistica dell’area del Colle del Piccolo San Bernardo, zona di confine ma anche d’incontro tra nazioni, nonché luogo di particolare interesse storico e culturale d’alta quota.

Le attività outdoor potranno essere svolte nelle quattro stagioni, grazie ad un’offerta sostenibile dal punto di vista ambientale e volta a rafforzare la sinergia tra operatori transfrontalieri dell’ospitalità e dei mestieri della montagna.

Si tratta di iniziative che saranno accompagnate da misure per ridurre gli impatti paesaggistici e ambientali, integrate con strumenti digitali per la geolocalizzazione dei visitatori delle quattro “Nouvelles Liaisons” e contenuti utilizzabili anche da altre applicazioni, nonché misure di valorizzazione e tutela del territorio e del contesto naturale e culturale.

Si rafforza così l’offerta turistica di attività all’aria aperta che già vedeva Italia e Francia unite dalla strada del Colle del Piccolo San Bernardo – in estate – e dalle stazioni sciistiche alpine attraverso gli impianti di La Thuile e La Rosière – in inverno.

Hanno presenziato all’incontro: il vice Sindaco di La Thuile, Nicolas Praz; il Sindaco di Séez, Lionel Arpin insieme al Responsabile del Bureau Information Services, Elodie Mercier; il Presidente della Communauté de Communes de Haute Tarentaise (CCHT), Yannick Amet; il Presidente Delle Funivie Piccolo San Bernardo, Killy Martinet insieme al cogerente di GEIE La Thuile La Rosièere Sud Mont-Blanc, Corrado Giordano e Olivier Brizion, in rappresentanza del Domaine Skiable La Rosière; il Responsabile assistenza tecnica del progetto per il Comune di La Thuile, Enrico Martial; Roland Martial, dell’Agenzia di cooperazione per l’assistenza tecnica sas; e il vice Sindaco del Comune di Montvalezan, Sebastien Gaide.

Questo progetto è realizzato in cooperazione transfrontaliera tra i Comuni di La Thuile (capofila), il Comune di Séez, il Comune di Montvalezan, la Communauté de Communes de Haute Tarentaise e il GEIE La Thuile La Rosière Sud Mont-Blanc.

Il progetto è finanziato dai fondi europei FESR sulla programmazione 2014-2020.

redix

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore