/ Le Messager Campagnard

Le Messager Campagnard | 01 agosto 2022, 13:57

La Giunta approva le linee guida per l'agricoltura sociale

oggi, lunedì 1° agosto, la Giunta regionale ha approvato le linee guida per lo svolgimento dell’attività di agricoltura sociale nel territorio regionale, dando così attuazione a quanto previsto dalla legge regionale n. 12/2021 “Disposizioni in materia di fattorie sociali e agricoltura sociale”.

Davide Sapinet

Davide Sapinet

Le linee guida definiscono quali sono le attività che possono essere svolte dalle fattorie sociali,  ovvero quelle volte all’integrazione in ambito agricolo di servizi finalizzati all'inserimento lavorativo e all'inclusione sociale di soggetti svantaggiati e a rischio di emarginazione, all'abilitazione e riabilitazione di persone con disabilità e alla realizzazione di attività educative, assistenziali e formative di supporto alle famiglie e alle istituzioni. "Si tratta quindi - spiega l'assessore Davide Sapinet - di iniziative che hanno un’importante funzione anche per la multifunzionalità delle imprese agricole e per ampliare e consolidare le opportunità di occupazione e di reddito".

Possono avviare tali attività gli imprenditori agricoli, in forma singola o associata, e le cooperative sociali il cui fatturato derivante dall’esercizio dell’attività agricola sia prevalente, o comunque superiore al 30% di quello complessivo.

"Sono state anche definite, tra le altre cose - sottolinea Sapinet - le specifiche competenze che l'operatore deve possedere in relazione alla tipologia di attività che intende svolgere, le modalità di iscrizione e di tenuta dell'Albo regionale delle fattorie sociali, le modalità di presentazione e di valutazione dei progetti, la composizione dell'Osservatorio regionale sull'agricoltura sociale e tutti i requisiti per le fattorie didattiche".

Cos’è l’Agricoltura Sociale? È un intervento che recupera la funzione sociale che l’agricoltura aveva nella società rurale – solidarietà, integrazione, valorizzazione della dimensione relazionale – e la mette a disposizione dei servizi alla persona. Attraverso esperienze in aziende agricole multifunzionali, l’Agricoltura Sociale offre a soggetti svantaggiati o emarginati opportunità di inserimento socio-lavorativo o servizi sociali, socio-sanitari ed educativi.

 

red.agri.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore