/ Vite in ascesa

Vite in ascesa | 01 luglio 2022, 08:00

TRUC DEL PIANIOL – LA PANCHINA GIGANTE

di Lodovico Marchisio e Roberta Maffiodo

Il Truc del PIanol visto dalla Chiesa di Bruzolo

Il Truc del PIanol visto dalla Chiesa di Bruzolo

Il Truc del Pianiol, sopra Bruzolo in bassa Val di Susa Torino, oltre ad offrire un bellissimo panorama, attira l’attenzione per essere visibile già da lontano, essendo i suoi dirupati fianchi privi di vegetazione, oltretutto ora che è stata installata sulla sua sommità grazie all’amministrazione Comunale, Pro Loco e con l’appoggio della Regione Piemonte - Assessorato alla Montagna, una panchina rossa gigante.

L'imbocco del sentiero

Il Truc del Pianiol, sopra Bruzolo in bassa Val di Susa, oltre ad offrire un bellissimo panorama, attira l’attenzione per essere visibile già da lontano, essendo i suoi dirupati fianchi privi di vegetazione, oltretutto ora che è stata installata sulla sua sommità dall’amministrazione Comunale, Pro Loco e con l’appoggio della Regione Piemonte - Assessorato alla Montagna, una panchina rossa gigante. Sulle cime delle montagne siamo abituati a vedere croci, madonnine o ometti in pietra e meno di frequente sculture ideate da artisti del luogo. L’idea delle panchine giganti sulle sommità delle montagne è invece tutto da discutere, perché l’impatto ambientale non è dei più “bucolici” per intenderci, ma curando quest’articolo solo la descrizione di un itinerario, come predetto, non mi sono addentrato sul tema delle “Panchine Giganti”, anche se dopo più appurate ricerche mi sono accorto che non è tutto oro quel che luccica, quindi prego i lettori interessati al tema specifico delle panchine, di rifarsi all’articolo pubblicato su questo giornale a firma di Mauro Carlesso, come sopra specificato. LE PANCHINE DEI GIGANTI

 

SCHEDA TECNICA:   

Sul sentiero che conduce alla cima

Nome Montagna: Tuc del Pianiol

Quota: 605 m

Cenni generali: Montagna molto importante perché oltre che svettare sulla pianura di Bruzolo, il Comune ha fatto porre sulla sua cima una panchina rossa gigante ben visibile dalla statale della Val di Susa

Difficoltà: Facile

Accesso da Torino: Immettersi nella Tangenziale Nord (A55) continuando per l’autostrada del Fréjus (A32) percorrendo poi la statale SS 25 del Moncenisio girando in prossimità di Bruzolo in Via Umberto 1°, portarsi fino a Brunetti, Via Pratosellero (mini parcheggio a lato del cartello indicatore della Regione  Piemonte alla “Panchina rossa gigante”).

Curiosità: sul lato della panchina gigante vi è questa scritta: “Tutti i grandi sono stati piccoli una volta, ma pochi di essi se ne ricordano” a firma di Jean Baptiste Marie Roger de Saint-Exupéry, noto anche con lo pseudonimo di Tonio, che è stato uno scrittoreaviatore e mili<wbr></wbr>tare francese, conosciuto nel mondo per essere stato l'autore del famoso romanzo “Il piccolo principe, che nel 2017 ha superato il numero di 300 traduzioni in lingue e dialetti diversi ed è stato uno dei libri più letti.

Dislivello totale: 150 m

Ore salita: 0,30 h

Ore Discesa: 0,20 h

Totale ore: 0,50 h

Descrizione itinerario: Dal cartello giallo (scritta in rosso) indicante la “Panchina rossa gigante”, il sentiero “zigzaga” con ripidi tornanti sino al cartello che individua sulla sinistra la deviazione alla cima del Truc (splendido panorama sulla pianura). Più a destra un cartello con scritta in verde (meno ripido) conduce con ampie svolte (molto più lungo) al sentiero poco oltre la cima, che poi si raggiunge a ritroso.

Panoramica dalla cima

Discesa: per lo stesso itinerario di salita

Con chi si è effettuata: con Roberta Maffiodo

Data fatta: 18 giugno 2022

Segno di vetta: Panchina rossa gigante

Come salire sulla panchina rossa gigante

Quest’articolo ci offre la possibilità di soddisfare la curiosità di chi ci ha chiesto cosa siano le Panchine Giganti. Ne avete mai vista una e siete riusciti a salirci sopra?

Vi assicuro che è un'esperienza molto divertente e vi sembrerà di essere tornati bambini. Era da molto tempo che sentivamo parlare di Panchine Giganti e le loro prime immagini cominciavano a comparire sui social: panchine enormi, dalle dimensioni sovraumane ma soprattutto tutte colorate e poste in posizioni panoramiche, tra filari di vigneti o vicino a cantine vinicole nel cuore delle Langhe e ora anche in cima a un “Truc” di bassa quota!

Ecco come le abbiamo scoperte! Incuriositi, siamo andati a cercare cosa sono le Panchine Gigantidove sono e come trovarle per poi organizzare qualche viaggio o qualche weekend "fuori porta" a caccia di Panchine. Una volta che si trova una Panchina Gigante e ci si riesce ad arrampicarsi sopra per sedersi in posizione "comoda" si prova una sensazione magica: ci si sente piccoli, piccoli come delle formichine in un mondo dove le dimensioni sono totalmente ribaltate e si torna un po’ bambini, protagonisti di una fiaba al limite dell'immaginazione.

Senza contare che dalle Panchine Giganti si può godere di una meravigliosa vista panoramica per i punti strategici dove vengono collocate. A oggi ce ne sono più di 205 in tutta Italia (e molte anche all’estero).

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore