/ CRONACA

CRONACA | 04 agosto 2021, 10:48

Sospesa e denunciata autista Svap 'in guerra' contro gli indisciplinati della mascherina

In un caso ha cercato con la forza di farla indossare a una donna; in un altro episodio ha gettato lo zaino di un passeggero fuori dal bus intimandogli di scendere

Sospesa e denunciata autista Svap 'in guerra' contro gli indisciplinati della mascherina

Non soltanto ligia al dovere o rispettosa delle norme anti Covid. Per un'autista della società valdostana di trasporti Svap, che si occupa del servizio di bus ad Aosta e comuni limitrofi, il controllo sul corretto uso della mascherina da parte dei passeggeri si è trasformato in una vera e propria ossessione. Un occhio alla strada e l'altro allo specchietto retrovisore, cercando tra i viaggiatori eventuali 'trasgressori' ovvero una mascherina abbassata per rispondere a una telefonata, oppure posizionata correttamente sulla bocca ma lasciando intravedere le narici...In casi simili lei è pronta a intervenire intimando immediatamente al passeggero di indossare il dispositivo di protezione individuale così come prescritto dalle regole. Nessuna eccezione ammessa. E se qualcuno ha da protestare, allora sono guai. Come quel giorno quando ha litigato con un giovane, 'reo' a suo dire di comportamenti alternativi rispetto alle norme anti pandemia: lei ha preso lo zaino del ragazzo, ha aperto la porta dell'autobus e lo ha gettato fuori, costringendo il passeggero a uscire anch'egli. L'utente però il giorno dopo si è recato alla Svap per lamentare l'accaduto e l'azienda ha punito l'intransigente autista con due giorni di sospensione dal servizio.

Un'altra volta invece sul bus è salita una donna, a sua volta nota anche ad altri autisti per comportamenti talvolta aggressivi o maleducati (soffre di patologie che l'hanno resa disabile). Aveva la mascherina al collo ma non voleva coprirsi bocca e naso sostenendo di non riuscire a respirare normalmente. L'autista non ha sentito ragioni: invece di ripartire si è alzata dal posto di guida e ha affrontato la passeggera indisciplinata, prendendo la mascherina dal collo della donna e mettendole le mani sul viso nel tentativo di fargliela indossare a forza. Ne è nato uno scontro sfociato quasi in rissa e l'utente, scesa dal bus si è recata dalle Forze dell'ordine e ha sporto denuncia per lesioni contro la dipendente della Svap.

"In questi tempi di pandemia tante persone sono più nervose e inquiete e anche il trasporto pubblico risente della situazione - commentano i vertici della Svap - abbiamo autisti preoccupati per la loro salute e per il rispetto delle norme; per contro vi sono utenti del servizio poco inclini a sottomettersi alle regole di condotta imposte sui mezzi pubblici. Possono così insorgere problematiche, scontri dialettici che rarissimamente però degenerano. Se e quando accade, si interviene cercando di riportare normalità ed equilibrio. Quella dell'autista non è una professione 'facile', anzi è giustamente ritenuta usurante; chi viola, però, le norme comportamentali, deve essere portato nella condizione di non ripetere più l'errore".

pa.ga.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore