/ CRONACA

CRONACA | 05 marzo 2021, 18:08

E' morto Luciano Natta, storico direttore generale del Casino di St-Vincent

Luciano Natta

Luciano Natta

Il mondo del gioco dice addio a Luciano Natta, 78 anni; noto manager delle Case da gioco italiane; come direttore generale ha guidato la casa da gioco di Saint-Vincent negli anni Ottanta e nei primi Novanta, poi fu direttore a Sanremo e a Venezia. Fu tra i fondatori di Federgioco, la federazione che rappresenta i Casinò italiani. Il decesso è avvenuto stamani, al termine di una breve malattia. "Il mondo dei casinò perde il più grande dei manager - commenta Roberto Spina, storico ex segretario dell'Ugl terziario a Sanremo - con lui ci siamo confrontati per tanti anni. Persona capace, educata e dotato di una lungimiranza senza pari. Aveva previsto la crisi dalle case da gioco terrestri in largo anticipo cercando in tutti i modi di cambiare passo per salvare le nostre Case da gioco. Perdiamo una grande figura".

Federgioco, associazione che riunisce attualmente le Case da gioco di Sanremo, Venezia e Saint Vincent, esprime "il profondo cordoglio per la scomparsa del dott. Luciano Natta. Fu tra i promotori della nascita della nostra Associazione cui per molti anni contribuì con il suo rigore e la sua conoscenza della materia, frutto della sua lunga esperienza lavorativa".

Uomo di cultura, Natta "ha attraversato oltre cinquant’anni di storia dei casinò, sempre in ruoli apicali, cosa questa che gli ha consentito di analizzare le nostre realtà in modo attento e puntuale, gestendo con grande capacità e competenza le complesse dinamiche organizzative e produttive di cui conosceva ogni più recondito aspetto. Vogliamo sottolineare la sua proverbiale riservatezza unita ad un carattere schivo, cosa questa che non gli impediva di guidare i propri collaboratori con il necessario rigore, premiando il loro impegno con attestazioni di stima e di fiducia. Il nostro mondo perde una figura di riferimento, il depositario di una lunga storia, testimone al contempo severo ed ironico delle nostre realtà".

 

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore