/ Piemonte NordOvest

Piemonte NordOvest | 04 febbraio 2021, 08:28

Ivrea: 'Città che legge' lancia il patto locale per la lettura

L’intento è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso

Ivrea: 'Città che legge' lancia il patto locale per la lettura

Dalla lettura dipendono lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunità: è con questa consapevolezza che il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani, attraverso la qualifica di Città che legge ha deciso di promuovere e valorizzare quelle Amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura.

L’intento è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. Una Città che legge garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura – attraverso biblioteche e librerie – ospita festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipa a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni.

La Città di Ivrea ha ottenuto questa qualifica nel 2017, attraverso la Biblioteca Civica “Costantino Nigra”, e ora lancia il proprio Patto locale per la lettura, al fine di rafforzare e implementare sempre più la rete territoriale per la promozione della lettura prevedendo una stabile collaborazione tra enti pubblici, istituzioni scolastiche e soggetti privati per realizzare pratiche condivise. Attraverso il Patto locale per la lettura si intende creare una vera e propria “rete territoriale che comprenda tutti i rappresentanti della filiera del libro: istituzioni ed enti pubblici, biblioteche, scuole, università, librerie, associazioni culturali, istituti culturali, strutture sanitarie, enti sociali.

Scopo primario è quello di creare una rete di collaborazione permanente tra tutte le realtà culturali che nel territorio del Comune di Ivrea operano per rendere la lettura un’abitudine sociale diffusa, che condividono il principio che la conoscenza sia un bene comune, che il libro e la lettura siano strumenti insostituibili di accesso alla conoscenza e individuano nella lettura una risorsa strategica su cui investire e un valore sociale da sostenere attraverso un’azione coordinata e congiunta a livello locale. La sottoscrizione del Patto locale per la Lettura è inoltre requisito ulteriore per la partecipazione al bando Capitale Italiana del Libro 2022 al quale l’Amministrazione comunale eporediese intende candidarsi.

red. pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore