/ AMBIENTE

AMBIENTE | 22 luglio 2020, 10:30

Bici e salute, il progetto 'Boudza-té' riparte da Sarre

I premiati Boudza-té a Gressan lo scorso anno

I premiati Boudza-té a Gressan lo scorso anno

Dopo il successo riscosso a Charvensod, Gressan e Jovencan anche a Sarre parte, per l’anno 2020, il progetto Boudza-té. 

Le finalità del progetto sono la salvaguardia dell’ambiente, la tutela della salute, il benessere della popolazione attraverso la progressiva riduzione dell’impiego dei mezzi a motore privati camminando oppure andando in bicicletta.

Novità importanti quest'anno: l'iniziativa 'I camminatori', ovvero saranno incentivati anche coloro che si recano al lavoro o a scuola a piedi; altra novità è la possibilità di partecipazione dai 14 anni previa autorizzazione dei genitori.

Il comune di Sarre ha pubblicato un bando (consultabile sulla pagina istituzionale dell’Ente) per promuovere questo progetto virtuoso. Possono partecipare al progetto Boudza-té  sia  i lavoratori, con sede di lavoro nel territorio di Sarre, che non usufruiscono dei medesimi benefici in altro Comune sia i lavoratori e studenti dai 14 anni muniti di liberatoria dei genitori e studenti maggiorenni residenti a Sarre con sede di lavoro/studio nel territorio valdostano.

I partecipanti devono possedere i seguenti requisiti: un contratto di lavoro regolare o iscrizione presso un istituto scolastico o un’università; uno smartphone con applicazioni relative per il monitoraggio e la rendicontazione. Nel caso dell’uso di una bicicletta; una bicicletta dotata di tutte le caratteristiche prescritte dal Codice della Strada e dal relativo regolamento; condizioni di salute idonee all’uso della bicicletta.

Dovranno autocertificare che il tragitto si riferisce al percorso casa lavoro o scuola e viceversa e non può riferirsi ad altri tragitti svolti durante le attività lavorative o scolastiche.

 Le domande dovranno essere presentate nel rispetto della modulistica in allegato, compilata in ogni sua parte, sottoscritta dal candidato e presentate al protocollo del comune di Sarre in frazione Tissoret 39, email info@comune.sarre.ao.it.

Le domande potranno essere inoltrate a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso. Tutti i richiedenti con i requisiti saranno ammessi al progetto.

MISURE DELL’INCENTIVO

Le persone che effettueranno percorsi con bicicletta normale si vedranno riconosciuti 25 centesimi a chilometro, mentre chi utilizzerà biciclette a pedalata assistita riceveranno 20 centesimi a chilometro. Chi preferisce camminare a piedi si vedrà riconoscere un incentivo pari a 50 centesimi a chilometro.

Il tetto massimo giornaliero è di euro 5 mentre quello mensile di euro 50. Il tragitto dovrà essere concordato, con il referente del progetto, e calcolato in chilometri secondo il percorso più breve e più sicuro.

Il candidato dichiarerà mensilmente tramite la modulistica allegata, il numero dei chilometri percorsi. I partecipanti installeranno sul proprio smartphone l’applicazione informatica, indicata e gratuita per il monitoraggio e la condivisione dei dati inerenti il tragitto effettuato.

Periodicamente il Comune di Sarre, tramite il referente del progetto, effettuerà controlli a campione. Il progetto avrà inizio a seguito della pubblicazione del presente bando e proseguirà fino ad esaurimento della somma stanziata e comunque non oltre il 31 ottobre 2020.

Per avere diritto a ricevere l’incentivo è necessario aver accumulato km per un valore minimo di 10 euro.

Agli aventi diritto all’incentivo verranno erogati buoni spesa riportanti il valore complessivo dell’incentivo (dei km/centesimi accumulati) che potranno essere spesi presso le attività commerciali che hanno aderito al progetto e presenti sul territorio comunale.

Il Comune di Sarre provvederà a rimborsare i buoni spesa direttamente agli esercizi commerciali aderenti, previa presentazione dei medesimi, corredati dai giustificativi di spesa o da un elenco di questi ultimi. I buoni spesa dovranno essere utilizzati entro il 30 novembre 2020.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore