/ CRONACA

CRONACA | 11 aprile 2018, 17:48

Magnate disperso sopra Cervinia, soccorritori 'hanno cercato ovunque in condizioni difficili'

Karl-Erivan Haub

Karl-Erivan Haub

I soccorritori in questi tre giorni hanno seguito "tutti gli itinerari fuoripista e di sci alpinismo che erano in qualche modo sicuri da percorrere, perché bisognava tenere conto che ha sempre nevicato in quota". Lo ha detto Adriano Favre, direttore del Soccorso alpino valdostano, durante la conferenza stampa convocata a Zermatt in Svizzera dai soccorritori elvetici impegnati nelle ricerche di Karl-Erivan Haub, il magnate tedesco amministratore delegato del gruppo Tengellman, scomparso da sabato scorso nella zona del Cervino, dove era impegnato in un'uscita di sci alpinismo. Inoltre "abbiamo cercato e controllato tutti i bivacchi che si potevano raggiungere, senza prendere troppi rischi".

l magnate tedesco scomparso sul Monte Cervino da sabato scorso potrebbe essere ritrovato ancora in vita, se fosse caduto in un crepaccio. È quello che spiega alla Bild Secondo il capo della polizia del Cantone svizzero vallese, Markus Rieder,  l'industriale potrebbe essere ritrovato ancora in vita, se fosse caduto in un crepaccio. La potente famiglia del top manager ha messo a disposizione anche forze specializzate ulteriori per le ricerche: per il tabloid Bild, che sta seguendo con passione la vicenda, si tratterebbe di specialisti tedeschi.

"Se è stato travolto da una slavina non c'è alcuna speranza. Se fosse caduto in un crepaccio, invece, le chance sarebbero relativamente positive. Dai crepacci le persone vengono salvate anche dopo molti giorni", afferma Rieder. E sgombrando il campo da possibili illazioni ha aggiunto: "Noi non facciamo alcuna distinzione, nelle ricerche, fra persone comuni e vip".

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore