/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 04 dicembre 2019, 09:43

Aosta: Su proposta dell’assessore Girasole il Comune aderisce alla Carta dei Diritti Aism

Aosta: Su proposta dell’assessore Girasole il Comune aderisce alla Carta dei Diritti Aism

Circa 250 valdostani sono affetti da Sclerosi; una cifra rilevante in rapporto ai dati più generali. La sclerosi multipla (SM) è una malattia neurovegetativa con lesioni a carico del sistema nervoso centrale; nel mondo si contano circa 2,3-3 milioni di persone con sclerosi multipla, di cui 600.000 in Europa e circa 72.000 in Italia.

La malattia si può  manifestare ad ogni età della vita, ma è diagnosticata per lo più tra i 20 e i 40 anni e nelle donne, che risultano colpite in numero doppio rispetto agli uomini. Per frequenza è la seconda malattia neurologica del giovane adulto e la prima di tipo infiammatorio cronico. Nelle scorse settimane l’assessore ai Servizi sociali del Comune di Aosta, Luca Girasole, con l’assessore regionale alla Sanità, Mauro Baccega, ha firmato la Carta dei Diritti Aism, l’associazione a cui aderiscono tante delle persone colpite dalla malattia. Ora la Giunta municipale, su proposta dell’assessore Girasole, ha deliberato di aderire alla Carta.

“La causa o meglio le cause sono ancora sconosciute, tuttavia l- speiga l’assessore - a ricerca ha fatto grandi passi per chiarire il modo con cui la malattia agisce, permettendo così di arrivare a una diagnosi e a un trattamento precoce che consentono alle persone con SM di mantenere una buona qualità di vita, infatti la vita media delle persone ammalate è paragonabile a quella della popolazione generale”.

Dal momento che si tratta di una malattia che provoca un isolamento sociale del paziente è necessario che governi, associazioni di pazienti e aziende lavorino insieme per far si che i soggetti malati di sclerosi multipla abbiano tutto il supporto necessario e l’accesso alle cure adeguate, il Comune si impegna a promuovere le iniziative utili ad evitare l’isolamento.

“L’adesione alla carta è essenziale affinché questi diritti prendano forma e sostanza e si traducano in leggi, politiche, prassi e comportamenti concreti”, aggiunge Girasole che ha in progetto di organizzare dalla prossima primavera alcune passeggiate culturali in città.

“La Carta, promossa dall’Associazione italiana sclerosi multipla, intende rappresentare, affermare e tutelare ogni persona affetta da sclerosi affinché i diritti alla salute, alla ricerca, all’autodeterminazione, all’inclusione, al lavoro, all’informazione e alla partecipazione attiva prendano forma e sostanza e si traducano in leggi, politiche, prassi e comportamenti concreti”, ricorda l’assessore.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore