/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 06 agosto 2022, 12:15

Foire d’été: 53/a edizione, 400 artigiani espongono fino a sera nelle vie del centro storico di Aosta

Nelle sale della collegiata di Sant’Orso, dalle 9 alle 19, è possibile visitare la mostra di Carlo Gadin, “Andamenti sinuosi”

La Benedizio che apre la Foire (Foto di Enzo Massa Micon per conto dell'Assessorato regionale dello sviluppo economico, formazione e lavoro)

La Benedizio che apre la Foire (Foto di Enzo Massa Micon per conto dell'Assessorato regionale dello sviluppo economico, formazione e lavoro)

Numerose le iniziative collaterali previste oggi nel capoluogo regionale. Dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18, in piazza Narbonne, uno spazio dedicato ai più piccoli mette a disposizione: i laboratori di falegnameria didattica del MAV (Museo dell’Artigianato Valdostano di tradizione), per la creazione di un ciondolo in legno; la giostra a propulsione parentale ”Brut de Bestioles”, con fantastici destrieri di legno da cavalcare e "Boule de Neige", l’uovo che racconta la montagna, con vortici di neve, nebbia e altre rinfrescanti sorprese, animati da una delegazione del Festival per bambini “Au Bonheur des Mômes”; i giochi giganti e di società di “Aspettando GiocAosta” (in programma dal 12 al 15 agosto), con un’attenzione particolare a quelli in legno.

Inoltre, in Piazza Giovanni XXIII, dalle 10 alle 18, è possibile visitare lo stand dedicato al riconoscimento di essenze lignee e, dalle 16. alle 18, gruppi folkloristici itineranti animeranno la manifestazione con musica e danze, dall’Arco d’Augusto a via Porta Pretoria, piazza Chanoux, piazza Giovanni XXIII, place des Franchises, via De Tillier e via Aubert. Per i più golosi, dalle 10 alle 18, sotto i portici di Piazza Chanoux, il mercatino di prodotti agricoli “Lo tzaven”.

Alle 18, in avenue Conseil des Commis, si svolgerà l’ormai tradizionale Gara delle botti. Per la premiazione, sul palco allestito in piazza Chanoux e per concludere la Foire in allegria, alle 19.30, due note musicali con i Solskin, di Sandro Tropea e i suoi musicisti.

L’Assessore allo Sviluppo economico, formazione e lavoro ringrazia tutti gli espositori che, ancora una volta, sono arrivati da ogni comune della regione, impreziosendo il centro storico attraverso le realizzazioni del savoir-faire valdostano, gli operatori e tutti coloro che hanno collaborato ad organizzare un evento che ha cercato di innovarsi e rinnovarsi per questa edizione 2022. La presenza dei numerosi visitatori che da ogni regione d’Italia e dalle terre confinanti francesi e svizzere testimonia l’interesse crescente per l’artigianato valdostano di tradizione e rende omaggio al lavoro dei nostri artigiani.

 

redix

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore