/ CRONACA

CRONACA | 21 gennaio 2022, 20:17

Altri 444 positivi; i non vaccinati ricoverati ci costano ognuno 10mila euro al giorno

Situazione ospedaliera complessa e un posto occupato da un nox è tolto ad altri pazienti. In Italia oggi 179.106 contagi e 373 morti, da lunedì Abruzzo, Friuli, Piemonte e Sicilia in arancione, ultime notizie e bollettino

Altri 444 positivi; i non vaccinati ricoverati ci costano ognuno 10mila euro al giorno

I guariti tornano a superare i nuovi positivi al Covid-19 in Valle d'Aosta. Secondo il bollettino di aggiornamento diffuso dalla Regione, sulla base dei dati forniti dall'Usl, nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 444 nuovi positivi, a fronte di 520 guariti. Gli attuali contagiati scendono a 5.985, di cui 5.903 sono in isolamento domiciliare. In diminuzione anche i ricoveri all'ospedale Parini di Aosta: sono 82, due in meno di ieri. Di questi, 76 sono si trovano nei reparti ordinari mentre sei, lo stesso numero della giornata precedente, sono in Terapia intensiva. I tamponi effettuati sono stati 2.606.

"La situazione in ospedale è molto complessa, perchè a differenza delle altre ondate abbiamo una regione completamente aperta, quindi i pazienti non Covid non sono in riduzione e ogni posto letto e personale che dedichiamo a un paziente Covid sono risorse che vengono tolte alla cura dei pazienti non-Covid". A spiegarlo è il direttore sanitario dell'Usl della Valle d'Aosta, Massimo Uberti, durante la conferenza stampa di aggiornamento sull'emergenza sanitaria nella regione. "Il carico ospedaliero Covid più non Covid- aggiunge- è molto più impegnativo rispetto a quando avevamo un numero più alto di ricoveri per Covid nei passati mesi". Per Uberti, "dopo una crescita molto netta dei contagi sembreremmo ripercorrere quello che è avvenuto a livello nazionale con un plateau e una lieve diminuzione".

Il direttore sanitario sottolinea come l'andamento dei contagi nella Regione, con i due picchi intorno all'8 dicembre e all'inizio delle festività natalizie, sia legato a due fattori: "Oltre ad avere una percentuale di popolazione non vaccinata più alta di cinque punti rispetto alla media nazionale- spiega- questa regione, in alcuni periodi dell'anno moltiplica la sua popolazione come nessun'altra regione italiana fa, ovviamente i turisti sono i benvenuti, ma a livello statistico più persone significa più contagi e una maggiore circolazione virale". Sui piccoli numeri con cui la Valle d'Aosta deve fare i conti nel passaggio nelle varie zone di rischio Uberti aggiunge: "Questa settimana siamo passati da numeri di zona gialla a numeri di zona arancione quattro volte: ieri avevamo sei pazienti in Rianimazione, nella notte se ne sono aggiunti altri due direttamente dal pronto soccorso".

Covid Italia, oggi 179.106 contagi e 373 morti, da lunedì Abruzzo, Friuli, Piemonte e Sicilia in arancione, ultime notizie e bollettino

Le ultime notizie e gli aggiornamenti sul Covid in Italia e nel mondo di oggi venerdì 21 gennaio 2022. Il bollettino con i contagi Covid di oggi: 179.106 contagi e 373 morti. Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia a rischio zona arancione. Draghi firma Dpcm su Green Pass nei negozi: dal 1 febbraio servirà anche per il tabaccaio e il ritiro della pensione. Iss: scende l'Rt settimanale che passa da 1,56 a 1,31; la crescita rallenta. Mappa Ecdc: Italia ancora in rosso scura, criticità massima. Al via la riunione dei ministri della sanità Ue: “Omicron rischia di destabilizzare la vita economica e sociale”.

Oltre 3 milioni di contagi al giorno nel mondo. Record di nuovi casi in Germania, Portogallo e Romania. In Australia 88 decessi in un giorno: mai così tanti. In Inghilterra parte la prima fase di revoca delle restrizioni. L'Austria approva l'obbligo vaccinale per gli over 18. Israele, Ministro Difesa Gantz positivo: ha fatto quattro dosi di vaccino.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore