/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 17 gennaio 2022, 08:00

PAPA: La gioia che Gesù lascia nel cuore non è mai annacquata

Che cosa è un “segno” secondo il Vangelo? A questa domanda il Papa risponde nella sua riflessione sulle letture di oggi prima della preghiera mariana di mezzogiorno

Angelus di Papa Francesco

Angelus di Papa Francesco

Ai fedeli presenti in piazza San Pietro Papa Francesco ha detto che si tratta di “un indizio che rivela l’amore di Dio, che non richiama cioè l’attenzione sulla potenza del gesto, ma sull’amore che lo ha provocato”. 

Il Papa, commentando il Vangelo delle Nozze di Cana spiega come gli invitati vedono il “modo di agire Gesù, questo suo servire nel nascondimento, tanto che i complimenti per il vino buono vanno poi allo sposo. Così comincia a svilupparsi in loro il germe della fede, cioè credono che in Gesù è presente Dio, l’amore di Dio”.

Il primo “segno” di Gesù è “un gesto che viene incontro a un bisogno semplice e concreto di gente comune. Così ama agire Dio”. Un miracolo in punta dei piedi, dice il Papa. Inoltre, dice il Papa “Gesù, invece, fa in modo che la festa si concluda con il vino migliore. Simbolicamente questo ci dice che Dio vuole per noi il meglio, ci vuole felici. Non si pone limiti e non ci chiede interessi. Nel segno di Gesù non c’è spazio per secondi fini, per pretese verso gli sposi. No, la gioia che Gesù lascia nel cuore è piena e disinteressata. Non è mai annacquata!”.

Così Francesco conclude con l’indicazione di un “esercizio”: “Proviamo oggi a frugare tra i ricordi alla ricerca dei segni che il Signore ha compiuto nella nostra vita, per mostrarci che ci ama; quel momento difficile in cui Dio mi ha fatto sperimentare il suo amore... E chiediamoci: con quali segni, discreti e premurosi, mi ha fatto sentire la sua tenerezza? Facciamo memoria, come ho scoperto la sua vicinanza e mi è rimasta nel cuore una grande gioia? Facciamo rivivere i momenti in cui abbiamo sperimentato la sua presenza e l’intercessione di Maria. Lei, la Madre, che come a Cana è sempre attenta, ci aiuti a fare tesoro dei segni di Dio nella nostra vita”.

Dopo la preghiera il Papa ha pregato per la popolazione del Brasile colpite da inondazioni e ha ricordato che dal 18 al 25 si celebra la Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani dedicata ai Magi in questo 2022.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore