/ CRONACA

CRONACA | 04 dicembre 2021, 19:14

L'intensa attività dei vigili del fuoco valdostani - GALLERIA FOTOGRAFICA

Dal primo gennaio 2021 fino ad oggi sono stati 1.667 gli interventi effettuati dalla componente professionista del Corpo valdostano dei Vigili del fuoco

L'intensa attività dei vigili del fuoco valdostani - GALLERIA FOTOGRAFICA

"Stiamo tornando ai numeri degli anni pre-covid, quando solitamente facevamo 2mila interventi all'anno", spiega il comandante Salvatore Coriale, al termine della messa di Santa Barbara, patrona dei pompieri, celebrata questa mattina nella palestra della caserma Mortara di Aosta. In particolare, nell'ultimo anno, sono stati effettuati 120 interventi per incidenti stradali, 475 per soccorsi e salvataggi, meno di 100 interventi per dissesto idrogeologico e 269 per incendi. Quest'ultimo dato, spiega Coriale "è in diminuzione rispetto a quello registrato negli anni pre-Covid e rappresenta solamente il 15% del numero totale degli interventi".

Un trend positivo, che si spiega, secondo il comandante, "grazie alla maggiore sensibilità da parte della cittadinanza nel rispetto delle norme antincendio e nella maggiore attività di prevenzione svolta dai tecnici del Corpo sul territorio". Fondamentale anche l'attività dei vigili del fuoco volontari. Nell'ultimo anno, i 1.300 pompieri volontari valdostani distribuiti nei vari distaccamenti territoriali sono stati impegnati in 424 interventi, sia autonomamente sia in supporto alle squadre dei professionisti, per un totale di 4mila ore di attività.

A loro "va il nostro grazie perché hanno garantito una grande disponibilità", dice Coriale.In materia di vigilanza an tincendio, sono stati avviati 31 procedimenti di polizia giudiziaria e sono state evase otto deleghe d'indagine su incarico della Procura della Repubblica. Sul fronte della formazione professionale, nell'ultimo anno sono state erogate 70 ore di formazione per ciascuno dei 170 pompieri professionisti e 4mila ore complessive per i volontari.

"Compatibilmente con l'emergenza in corso speriamo di riprendere a breve anche la formazione programmata nella galleria sperimentale di Sorreley-Meysettaz, un vero e proprio laboratorio dove possono essere simulati in maniera realistica degli incendi- chiosa il comandante-. Anche diversi operatori esterni al Corpo sono venuti ad addestrarsi lì e anche i colleghi dell'alta Savoia hanno manifestato il loro interesse".

Per "mantenere in buona efficienza il Corpo" valdostano dei Vigili del fuoco, "è necessario prevedere in breve tempo se possibile il reintegro e il potenziamento dell'organico in tutte le sue categorie professionali, come sta già avvenendo per i caposquadra" e insistere "sull'equiparazione non solo previdenziale ma anche contrattualistica del corpo valdostano con quello nazionale". A dirlo durante le celebrazioni della festa di Santa Barbara alla caserma Mortara di Aosta è il comandante dei Vigili del fuoco valdostani, Salvatore Coriale.

"Stiamo cercando di affrontare queste problematiche su tanti tavoli diversi", afferma il presidente della Regione Erik Lavevaz, intervenuto durante le celebrazioni. "Con la commissione paritetica siamo impegnati a trovare una norma che consenta di equiparare a livello contributivo e contrattualistico il nostro Corpo valdostano con quello nazionale", aggiunge. Sulle carenze di organico, "nella legge di stabilità che approveremo la prossima settimana- aggiunge Lavevaz- abbiamo staccato i fabbisogni del personale del corpo dei Vigili del fuoco e di quello forestale dal resto del comparto regionale per permetterci di dare corso alle assunzioni che fino ad oggi per via di questo vincolo era difficoltose". Il presidente ha anche ringraziato tutti i vigili del fuoco valdostani "per non essersi mai tirati indietro in un periodo molto difficile", segnato dalla pandemia, ed in particolar modo il comandante Coriale che, nonostante i disagi creati dall'introduzione dell'obbligo del green pass nei luoghi di lavoro, "ha fatto in modo che il personale fosse comunque presente e il servizio garantito".

Durante la cerimonia, il pensiero dei presenti è andato alle famiglie di Erik Mortara e Rinaldo Challancin, i due vigili del fuoco valdostani che hanno perso la vita.

Sono infine stati consegnati gli attestati al personale in quiescenza: capo reparto Romano Clemente Champvillair, capo reparto Alessandro Lévêque, capo squadra Orlando Gradizzi, capo reparto Battistino Voyat, capo reparto Mauro Voyat e capo reparto Valter Yeuillaz.

dire/ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore