/ CRONACA

CRONACA | 13 ottobre 2021, 19:08

Il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni per il 2021 interessa 11mila famiglie valdostane

L’Osservatorio economico e sociale della Regione comunica che dai primi giorni di ottobre ha preso avvio, anche in Valle d'Aosta, il nuovo Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, realizzato dall’Istat su tutto il territorio nazionale che ha l’obiettivo di raccogliere informazioni utili per le istituzioni, per le politiche economiche e sociali, al fine di leggere e valutare tempestivamente l’evoluzione della società

Il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni  per il 2021 interessa 11mila famiglie valdostane

Secondo le nuove modalità di svolgimento, il Censimento, che ha una durata quadriennale (2018-2021), non interessa l’intera popolazione, come avveniva in passato, ma solo una parte di essa, ovvero un campione rappresentativo.

Nel 2021, infatti, l’indagine in Valle d’Aosta, riguarderà complessivamente circa il 18 per cento delle famiglie valdostane, ovvero circa 11.000 famiglie e circa 23.000 cittadini residenti nei 49 Comuni interessati quest’anno dalla rilevazione:

Allein, Antey-Saint-André, Aosta, Arnad, Aymavilles, Bionaz, Brissogne, Challand-Saint-Anselme, Chamois, Champorcher, Charvensod, Châtillon, Cogne, Courmayeur, Donnas, Fénis, Gignod, Gressan, Hône, Issime,  Issogne,  Jovençan, La Magdeleine, La Salle, La Thuile, Lillianes, Montjovet, Morgex, Nus, Perloz, Pontboset, Pontey, Pont-Saint-Martin, Pré-Saint-Didier, Quart, Rhêmes-Saint-Georges, Sarre, Roisan, Saint-Christophe, Saint-Denis, Saint-Nicolas, Saint-Pierre, Saint-Vincent, Valgrisenche, Valpelline, Valsavarenche, Valtournenche Verrayes e Verrès.

Nel 2021, al termine del quadriennio, tutti i comuni della Valle d’Aosta avranno partecipato almeno una volta alle rilevazioni censuarie.

L’indagine è articolata in due rilevazioni:

•          nel primo caso (indagine da lista) le famiglie campionate riceveranno a casa una lettera personalizzata e potranno compilare direttamente sul web il questionario utilizzando le credenziali di accesso riportate nella lettera stessa, oppure potranno rivolgersi al proprio comune per avere assistenza nella compilazione o chiedere di effettuare l’intervista telefonicamente; in questi giorni è stato segnalato un refuso nel link indicato nelle lettere informative inviate dall’Istat che quindi restituisce un errore; l’indirizzo corretto da utilizzare è  https://raccoldati.istat.it/<wbr></wbr>questionario;

•          nel secondo caso (indagine areale), invece, le famiglie campionate saranno contattate direttamente da un rilevatore, il quale lascerà nelle cassette postali materiali esplicativi e i propri riferimenti, per essere eventualmente contattato per fissare un appuntamento o fornire supporto; i cittadini potranno scegliere di effettuare l’intervista faccia a faccia direttamente presso il proprio domicilio oppure presso il proprio comune di residenza con l’assistenza e il supporto di rilevatori.

E’ importante ricordare che la normativa prevede l’obbligo di risposta da parte delle famiglie, stabilendo anche delle sanzioni in caso di mancato rispetto. Le persone sono tutelate dal segreto d’ufficio, per cui i dati non possono essere diffusi se non in forma anonima e aggregata e possono essere utilizzati solo per scopi statistici. Le indagini sono inoltre realizzate nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.

Per informazioni e precisazioni in merito al Censimento, ci si può rivolgere presso il proprio Comune di residenza, oppure contattare l’Osservatorio economico e sociale della Presidenza della Regione (tel 0165/273615 statistica@regione.vda.it), o visionare il sito web Istat dedicato www.<wbr></wbr>censimentogiornodopogiorno.it/<wbr></wbr>popolazione-e-abitazioni/ oppure quello dell’Osservatorio economico e sociale www.regione.vda.it/statistica.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore