/ ATTUALITÀ ECONOMIA

ATTUALITÀ ECONOMIA | 03 settembre 2021, 07:00

Strumenti per lo Smart Working: cosa occorre per lavorare bene da casa

Analizziamo una lista di oggetti tecnologici indispensabili per lo Smart Woking, dando anche qualche suggerimento su come risparmiare.

Strumenti per lo Smart Working: cosa occorre per lavorare bene da casa

Quali sono gli strumenti per lo Smart Working che non possono proprio mancare? È il lavoro del momento: dopo la pandemia di Covid-19, le nostre vite sono inevitabilmente cambiate. Anche il lavoro è stato rivoluzionato, con l’introduzione dello Smart Working. Molti si sono trovati in difficoltà: non tutti, infatti, avevano un computer responsivo, veloce, o una stampante, o tutti quegli strumenti essenziali che in ufficio sono a portata di mano.

Per ovviare a tale problema, abbiamo pensato di creare una lista di oggetti tecnologici (e non solo) indispensabili, dando anche qualche suggerimento su come risparmiare. Non è necessario spendere tanto per la propria postazione Smart Working casalinga. Per esempio, puoi approfittare delle offerte per i PC o delle promo per stampanti e cartoleria. Con gli HP Coupons, avrai anche l’occasione di affidarti a uno dei brand più concorrenziali, scegliendo sul loro catalogo un notebook economico ma affidabile, adatto per il lavoro da casa.

Connessione a internet

Credi che sia un aspetto scontato? Purtroppo non lo è, perché, sebbene in Italia ci sia una buona copertura a internet (perlopiù nelle zone metropolitane), in altri posti la connessione è lentissima. Pertanto, potrebbe essere necessario valutare una rete da cellulare, che in alcuni casi è più veloce rispetto alla connessione da casa. Ovviamente devi passare al vaglio la spesa mensile totale: è importante per non sforare nel budget domestico.

Computer per lo Smart Working

Quale computer acquistare per lo Smart Working? È necessario spendere molti soldi per avere un notebook buono? In realtà, no. Affatto. Saprai già probabilmente qual è il carico di lavoro giornaliero che dovrai fronteggiare, dunque devi avere un PC che risponda a tali esigenze. Puoi in ogni caso valutare un PC di fascia media, senza spendere un occhio della testa. Un computer buono per lavorare da casa deve rispondere a caratteristiche tecniche specifiche (per i grafici) e a un design essenziale.

Stampante, scanner e cancelleria

Sebbene la stampante sia irrinunciabile per alcuni, per altri è sempre stata abbastanza inutile. Gli appassionati di tecnologia che si sono ritrovati in Smart Working avevano già tutti gli strumenti adatti per svolgere il proprio lavoro nel migliore dei modi. Altri, invece, hanno dovuto acquistarli. Che cosa non può mancare in un home office? Stampante e scanner, perché dovrai stampare dei documenti o inviarli, scannerizzarli, come fatture o ritenute d’acconto, oppure gli ordini dei clienti. A tal proposito, non dimenticare la cancelleria: materiale come carta per stampante, toner, cartucce di riserva. Torneranno utili in qualsiasi momento e non sono una spesa eccessiva.

Scrivania e sedia ergonomica

Non tutti hanno uno studio in casa e sicuramente alcuni potrebbero avere anche problemi di spazio. In ogni caso, però, avere una propria scrivania (anche piccola, per fortuna esistono tante soluzioni salvaspazio in commercio) è decisamente la soluzione migliore per lavorare senza affaticarsi nel caos domestico. C’è anche un altro elemento immancabile, ed è davvero importante, per prevenire mal di schiena, cervicale e mal di testa: una sedia ergonomica. Devi poter lavorare sfruttando le risorse, e non esaurendole per colpa del dolore.

Quali programmi avere sul PC?

Ci sono tantissimi strumenti utili per lo Smart Working e che ti consentono di tenere traccia dei tuoi appunti, del lavoro svolto. Una delle piattaforme più in uso attualmente è Google Drive, che ti permette anche di lavorare in contemporanea con i tuoi colleghi. Se hai bisogno di un calendario dove segnare gli appuntamenti o le call coi colleghi, Google Calendar è la soluzione migliore. Per le videoconferenze, invece, esistono anche Zoom e Google Meet, così come i gruppi su Skype. Infine, per gestire i tuoi progetti, prova Trello: è semplice, efficace e soprattutto ordinato. In questo modo non dimenticherai alcun compito da svolgere!

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore