/ ATTUALITÀ ECONOMIA

ATTUALITÀ ECONOMIA | 30 luglio 2021, 08:09

Accordo raggiunto tra Usl e sindacati per indennità Covid

Accordo raggiunto tra Usl e sindacati per indennità Covid

Dopo mesi di contrattazione, è stato siglato ieri tra l'azienda Usl della Valle d'Aosta e le rappresentanze sindacali l'accordo integrativo per la ripartizione delle somme destinate alla remunerazione del personale impegnato nell'emergenza epidemiologica da Covid-19.

"La somma assegnata al personale del Comparto dall'amministrazione regionale ammonta complessivamente a 1.356.805,92 euro", si legge in una nota della Usl.

L'accordo prevede "che tale quota sia riconosciuta, per l'importo pari a 1.025.552,37 euro, lordo busta, quale indennità una tantum, al personale dipendente del comparto che abbia assolto complessivamente - nel trimestre marzo-aprile-maggio 2020 - ad almeno il 50% del debito orario istituzionale, conteggiando nel monte ore i giorni di assenza per infortunio Covid certificati dall'Inail".

Sono escluse dal conteggio le ore di servizio rese in modalità smart working. L'entità dei contributi agli aventi diritto sarà differenziata per fasce, sulla base del "disagio occorso ai lavoratori che hanno prestato servizio in un contesto problematico e complesso come quello determinatosi dal diffondersi del Covid-19". L'indennità interessa 300 dipendenti con assolvimento superiore al 100%, a cui verrà corrisposto un contributo di 900,03 euro pro capite, 783 tra il 100% e l'80% (728,02 euro pro capite) e 371 dall'80% al 50% (500,01 euro pro capite), per un totale di 1.454 lavoratori dipendenti.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore