/ AMBIENTE

AMBIENTE | 23 luglio 2021, 16:00

Un indicatore per valutare effetto derivazioni idriche sul paesaggio fluviale

Il Piano di Tutela delle Acque della Valle d’Aosta prevede la possibilità di utilizzare un criterio sperimentale per valutare la compatibilità ambientale e paesaggistica delle derivazioni idriche dai corsi d’acqua valdostani

Un indicatore per valutare effetto derivazioni idriche sul paesaggio fluviale

La procedura sperimentale, sviluppata a partire dal 2012 dagli enti regionali coinvolti istituzionalmente nelle istruttorie delle derivazioni idriche con il supporto tecnico-scientifico di ARPA Valle d’Aosta e del Politecnico di Torino, si basa sull’applicazione dell’analisi multicriterio (Multi-Criteria Analysis – MCA).

La procedura di valutazione coinvolge anche progettisti e concessionari e permette di simulare e confrontare diversi scenari di Deflusso Minimo Vitale (DMV) / Deflusso Ecologico (DE) da rilasciare a valle delle opere di derivazione, al fine di individuare lo schema di rilascio ottimale. Nell’ambito delle attività sperimentali suddette, sono attualmente considerati quattro criteri – Energia, Economia, Ambiente & Ittiofauna, Paesaggio – quantificati mediante corrispondenti indicatori.

Per quanto riguarda il criterio Paesaggio, ARPA Valle d’Aosta, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico di Torino, ha supportato i dipartimenti Soprintendenza per i beni e le attività culturali e Programmazione, risorse idriche e territorio della Regione Autonoma Valle d’Aosta nella definizione di un indicatore che quantifica l’effetto della derivazione sul paesaggio fluviale a valle delle derivazioni idriche.

Nello specifico, l’indicatore, denominato Livello di Tutela del Paesaggio, ha lo scopo di valutare come si modifica la percezione del paesaggio in rapporto alla quantità di acqua rilasciata nel tratto sotteso dalla derivazione. (Fonte Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente)

PER SAPERNE DI PIU

pgc

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore