/ ATTUALITÀ ECONOMIA

ATTUALITÀ ECONOMIA | 09 marzo 2021, 09:52

Il turismo italiano tra prospettive e nuove tendenze

Il turismo italiano tra prospettive e nuove tendenze

Il settore del turismo è stato uno dei più colpiti dall’emergenza sanitaria, il 2020 è stato un anno davvero difficile e il presente continua a non aiutare.

Il futuro del settore è ancora oggi particolarmente incerto, perché al momento non vi sono dati certi sui tempie sulle modalità che ripristineranno la normalità in termini di viaggi e soggiorni.

Il turismo del futuro e l’impatto del Covid

Il lockdown dello scorso anno ha insegnato che ci sono diverse strade alternative dabattere, quando le difficoltà legate alla pandemia hanno costretto tutti quanti almantenimento delle distanze sociali.

Si fa riferimento soprattutto al digitale, e anche un settore come quello del turismo ha scoperto nel web e nel virtuale la soluzione (temporanea) alle problematiche legate al Covid. Molti enti hanno infatti iniziato ad organizzare dei veri e propri tour virtuali, in grado di dare alle persone l’opportunità di evadere dal grigiore delle proprie case,soprattutto durante il lockdown, quando lo stress stava raggiungendo livelli davveroelevati.

Quindi il turismo virtuale è entrato di diritto nella lista delle attività che hanno risollevato il morale degli italiani, al punto che non si esaurirà e che proseguirà anche quando la situazione si sarà normalizzata. Questa forma di turismo, infatti, è destinata ad accompagnare il turismo classico diventando non più un’opzione alternativa, ma unavera e propria espansione della propria esperienza ludica.

Consigli per il settore del turismo.

Per prima cosa, data l’attuale situazione dominata ancora dall’incertezza, è utile essereprevidenti e tutelare la propria attività turistica. In tal senso ci sono diverse opzioni utili,come nel caso di Helvetia Welcome, una polizza per le strutture ricettive, ad esempio, ideale per tutelare la propria attività dai diversi rischi, compresi gli attacchi informatici.

In secondo luogo, è bene sottolineare che le attività che operano nel comparto del turismo devono prendere atto della situazione attuale ed evitare di peggiorare le cose. Si fa riferimento alle pubblicità, che dovrebbero essere fermate, in quanto risultano particolarmente estemporanee e potrebbero anche provocare dei danni di immagine. È infatti inutile sponsorizzare viaggi e mete esotiche quando non si ha ancora la possibilità di viaggiare, e in certi casi di lasciare la propria regione o addirittura il proprio comune di residenza.

Meglio interromperle e iniziare a pianificare seriamente il futuro, così da farsi trovare pronti quando la situazione permetterà una riapertura delle frontiere.

Inoltre, si consiglia di tenere i contatti con i propri clienti, cercando di trasmettere sensazioni positive, rassicurandoli ed essendo empatici. Infine, anche per il 2021 il turismo di prossimità sarà il più gettonato, e forse l’unico possibile. Di conseguenza, meglio scommettere sulle mete vicine ai clienti e quindi sulla presentazione di offerte personalizzate.

Bisogna essere cauti ma anche ottimisti: il turismo si riprenderà presto o tardi, quandola situazione lo permetterà.

i.p.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore