/ CRONACA

CRONACA | 25 ottobre 2020, 10:30

La protesta di 200 valdostani, 'basta zone rosse, non c'è salute senza libertà'

La protesta di 200 valdostani, 'basta zone rosse, non c'è salute senza libertà'

E' nato il 'Comitato di Liberazione della Valle d'Aosta' che ritiene 'repressive' molte delle misure anti Covid previste dai Dpcm sanitari. Ne fanno parte circa 200 persone che ieri pomeriggio, sabato 24 ottobre, hanno manifestato con slogan e cartelli di protesta nel piazzale del Palazzo regionale ad Aosta, in occasione della 'Marcia della liberazione', organizzata da residenti sottoposti nei giorni scorsi all'isolamento sanitario nei comuni di Chambave, Verrayes e Saint-Denis, dichiarati 'zona rossa' dal 15 al 22 ottobre.

Su striscioni e cartelli sono apparsi rimandi alla Costituzione e slogan come "La crisi economica uccide più del virus", "Non trattateci da stupidi. Non servono lockdown per garantire salute e sicurezza", "Non neghiamo nulla! I cittadini meritano verità e rispetto", "Chi rinuncia ai diritti per la salute perderà sia i diritti che la salute". I partecipanti, diversi dei quali non indossavano la mascherina, hanno esposto slogan come "Non c'è salute senza libertà", "Siamo in assenza di vero confronto scientifico, democratico e pubblico" ma anche "Asintomatico=sano!" e simboli inneggianti a teorie complottiste.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore